Chiusa l’inchiesta per l’elicottero caduto

Perse la vita la valtellinese Stefania Fendoni

Chiusa l’inchiesta per l’elicottero caduto
13 Ottobre 2017 ore 05:12

E’ stata chiusa l’inchiesta dalla Procura di Varese l’inchiesta per la caduta dell’elicottero. Un incidente nel quale perse la vita la valtellinese Stefania Fendoni.

Chiusa l’inchiesta si va verso il processo

Secondo gli investigatori coordinati dal sostituto procuratore Massimo Politi la tragedia sarebbe stata causata da un errore umano. Tanto che la Procura è ora pronta a chiedere il rinvio a  giudizio per il pilota del velivolo. Sarà il giudice per le udienze preliminari a decidere se procedere nei confronti del pilota o archiviare il caso.

Un valtellinese è coinvolto nell’inchiesta

Ai comandi dell’elicottero caduto c’era il valtellinese Roberto Grazioli, 58 anni. A sua volta era rimasto ferito nell’incidente. Così come il passeggero del velivolo, lo svizzero Giovanni Mahler, 71 anni, molto conosciuto negli ambienti della finanza internazionale. E anche in quelli mondani per essere l’ex marito di ex marito di Fiona Swarosky, nota in tutto il mondo come la regina dei cristalli.

L’incidente

Lo schianto si era verificato attorno alle 14 del 19 novembre scorso in una zona caratterizzata dalla presenza di bosco e roccia sopra Arcisate, in provincia di Varese. Il terzetto era decollato proprio dalla Svizzera ed era diretto a Sondrio. Quel giorno nella zona le condizioni meteo erano particolarmente difficili. Tanto che secondo gli esperti che hanno svolto la consulenza per la pubblica accusa il decollo non sarebbe stato possibile. Resta quindi da capire perché venne deciso di intraprendere comunque il viaggio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia