Menu
Cerca
Regione Lombardia

Olimpiadi sempre più vicine, Regione è all'opera

L'assessore allo sport e giovani Martina Cambiaghi ha fatto il punto della situazione in vista di Milano-Cortina 2026.

Olimpiadi sempre più vicine, Regione è all'opera
Glocal news 23 Dicembre 2020 ore 08:54

La coppa del mondo di sci a Santa Caterina è stata un primo esperimento in vista delle Olimpiadi di Milano-Cortina del 2026, ed è stato un successo. Ora Regione Lombardia guarda alla prossima Coppa del Mondo di sci che si terrà a Bormio e nel frattempo continua a lavorare alla macchina delle infrastrutture per i giochi olimpici. L’assessore regionale allo sport e giovani Martina Cambiaghi ha raccontato come stanno procedendo i lavori e come Regione si sta preparando a questo grande evento.

GUARDA IL VIDEO:

Gli appuntamenti con la Coppa del Mondo

“Le gare svolte a Santa Caterina hanno avuto un grande successo, nonostante il tempo avverso. Ora gli occhi sono puntati sulle gare di Bormio, tappa diventata un appuntamento fisso per Regione Lombardia e non solo. Stiamo sfruttando queste competizioni come prove, in vista dei giochi olimpici di Milan-Cortina 2026 e ci aspettiamo che anche nei prossimi anni possano riscuotere sempre più successo tra atleti e appassionati”.

I preparativi in vista delle Olimpiadi del 2026

“Nonostante l’emergenza Sanitaria i lavori in vista delle Olimpiadi non si sono fermati. Ovviamente sono cambiate le modalità, con riunioni e convocazioni del CDA della Fondazione Milano-Cortina svolte in remoto, però il lavoro non si è mai fermato e non si deve fermare. Regione Lombardia sta facendo la sua parte in termini di finanziamenti e risorse destinati non solo ai siti dove si svolgeranno le gare, ma anche per tutte le opere di collegamento necessarie per congiungere più facilmente il resto del mondo a Milano e a Cortina. Anche il governo per questo sta facendo la sua parte per questo obiettivo, ha infatti stanziato un miliardo di euro, che verranno divisi tra le regioni che ospiteranno i giochi, per il sistema delle infrastrutture”.

Necrologie