Glocal news
Ripartire da Noi

Regione Lombardia investe nella ricerca e nell'innovazione

Sala: "Un piano monstre da 1,5 miliardi per aumentare il Pil della nostra regione nei campi della ricerca e dell'innovazione".

Glocal news 07 Novembre 2021 ore 09:56

Dopo il via libera del Consiglio regionale al Piano strategico triennale della ricerca dell'innovazione e del trasferimento tecnologico, che mobiliterà risorse per 1,5 miliardi di euro tra pubblico e privato, l'obiettivo dichiarato dell'assessore all'Istruzione, università, ricerca, innovazione e semplificazione Fabrizio Sala è quello di "incrementare del 3% il Pil lombardo".

GUARDA IL VIDEO 

Il piano di Regione per l'innovazione

Un piano, spiega Sala:

"che lo scorso anno occupava 750milioni di euro in un mix tra risorse pubbliche, nazionali, regionali ed europee e che si era chiuso raggiungendo il miliardo grazie alle risorse dei privati. Di recente abbiamo invece approvato il nuovo piano che si concentrerà sul trasferimento tecnologico e di conoscenza, sullo sviluppo del capitale umano, sulle tecnologie digitali, sulle infrastrutture di sistema ed infine sullo sviluppo sostenibile. Ad integrare queste attività troveremo anche i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza".

Un programma che, nello specifico, comprende 70 iniziative negli ambiti della ricerca e dell'innovazione su proposta delle diverse Direzioni generali e degli Enti del Sistema regionale. Mappa anche 30 iniziative che provengono dal territorio, dal mondo dell'università a quello della ricerca ai cluster. Il che rappresenta, a detta di Sala:

"un primo test in grado di rilevare iniziative significative con impatto sul territorio lombardo, che potrà proseguire e crescere nel tempo".

Investire sulle pmi

Tutto mentre l'innovazione continua a rappresentare il caposaldo dell'agenda dell'assessore, il quale ha annunciato l'incremento, per le Pmi, di 13,6 milioni di euro di risorse aggiuntive per realizzare due misure dedicate a digitalizzazione e tutela delle invenzioni industriali. Misure che riguardano il bando fast tech e i brevetti.

"Abbiamo ritenuto di prevedere risorse, raggiungendo un budget totale di 33,6 milioni di euro, per un paio di attività molto sentite. In particolare Fast tech punta a sostenere meccanismi virtuosi di accelerazione dell'innovazione, tramite il sostegno a progetti di sviluppo sperimentale con applicazione su prototipi, prodotti pilota, test e convalide di prodotti, processi di digitalizzazione delle Pmi. Con questa misura, in pratica, le piccole medie imprese potranno richiedere agevolazioni per spese di personale fino al 15%, strumentazioni, costi per la ricerca contrattuale, conoscenze e brevetti acquisiti e ottenuti in licenza da fonti esterne, costi per servizi di consulenza, materiali e forniture. Quanto ai brevetti, saranno coperte invece le spese per farne richiesta sia a livello nazionale che internazionale".

Il premio Lombardia è Ricerca

A corollario dell'attività di programmazione il Pirellone assegnerà oggi, lunedì 8 novembre, il Premio "Lombardia è Ricerca", che per l'edizione di quest'anno (2020/2021) ha avuto come leitmotiv quello secondo cui "Imitando le piante produciamo energia pulita". Questo dovrà essere il principio cardine del progetto che la giuria presieduta dal professor Andrea Ferrari decreterà come vincitore.

Necrologie