importante!

La manutenzione invernale dell’auto

Dagli pneumatici alle luci, dalla batteria ai liquidi: ecco come combattere le basse temperature

La manutenzione invernale dell’auto
28 Gennaio 2021 ore 17:58

La manutenzione invernale dell’auto è fondamentale: la nostra vettura ha bisogno di noi. Tanti automobilisti la coccolano, se ne prendono cura, la riforniscono di ottimo carburante e di tutto ciò che di cui necessita. E l’inverno è il periodo in cui la nostra quattro ruote deve essere maggiormente accudita.

La manutenzione invernale dell’auto

Diciamo che le nostre attenzioni possono arrivare fino ad un certo punto: poi sarà necessario affidarla alla professionalità di meccanici qualificati. Così facendo la sia mette nelle condizioni di rendere al meglio, sia per quanto riguarda le prestazioni che per la sicurezza. Il primo passo, se ancora non lo si è fatto, è dotarsi di pneumatici invernali. È vero, non si tratta di un obbligo di legge dato che è possibile circolare soltanto con le catene a bordo. Ma in ogni caso a guadagnarne sarà tutta la vettura. Le cosiddette «gomme da neve» non sono infatti da utilizzare soltanto quando una coltre bianca ricopre il manto stradale. Ma sono indicate anche per la circolazione su strade ghiacciate oppure bagnate, a basse temperature. Se ne guadagnerà in termini di stabilità, riduzione dello spazio di frenata e maggior controllo in situazioni critiche.

Pressione, luci e parabrezza

Allo stesso tempo è bene tenere sotto controllo la pressione degli pneumatici, perché potrebbe calare a fronte delle temperature perennemente in picchiata. Il punto probabilmente più sensibile è la batteria: soffre il freddo, perciò anche questa va tenuta d’occhio e se inizia a dare segni di cedimento è bene adoperarsi immediatamente per la sua sostituzione. In inverno lavora di più, perché parecchi dei servizi di bordo (luci, lunotto termico, riscaldamento e fendinebbia) sono utilizzati per lunghi periodi e spesso in contemporanea. Non c’è manutenzione senza considerare poi il capitolo dedicato a luci e parabrezza: quest’ultimo va curato con particolare attenzione perché è il nostro «monitor» sulla strada. Perciò, se non si tiene l’auto riparata in un box, è importante dotarsi di una spazzola rompighiaccio, che ci permetterà di liberare la visuale dopo le gelate notturne.

Freni e liquidi

Devono essere in buone condizioni anche i tergicristalli, utili per liberare il vetro da sporcizia e impurità. Ecco poi le luci: servono sempre perfettamente funzionanti e devono essere pulite. Soprattutto in giornate buie e piovose e ovviamente nella circolazione notturna, le luci ricoprono un ruolo cardine (compresi i fendinebbia, da non trascurare). La fase di manutenzione invernale non può poi prescindere da una controllatina ai freni: le pastiglie non devono essere troppo consumate, perché su asfalto in condizioni difficili è bene avere a disposizione tutto il potenziale che la vettura può offrire. Se avete in programma di cambiarle non attendete la fine della stagione fredda, ma anticipate la sostituzione. Infine è sicuramente una buona pratica quella di controllare che il liquido di raffreddamento contenga la corretta dose di antigelo, pena la creazione di problemi al motore.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli