Altro
Elezioni regionali

Ambiente e sanità: queste le priorità del Terzo polo

L’onorevole Mauro Del Barba ha presentato ufficialmente i due candidati Cinzia Capelli e Guido Patelli.

Ambiente e sanità: queste le priorità del Terzo polo
Altro 18 Gennaio 2023 ore 17:15

Presentazione ufficiale a Sondrio per i candidati del Terzo polo (Azione - Italia Viva) che sono in corsa alle elezioni regionali. La lista sostiene la candidatura a presidente di Letizia Moratti.

Del Barba: "Vogliamo far uscire la politica da un momento di Stallo

"Il nostro scopo è di far uscire la politica da un momento di stallo, da una situazione ormai incistita a causa dei due poli diventati estremi con solo posizioni ideologiche e senza progetti concreti".

All’onorevole Mauro Del Barba, di Italia Viva, il compito di presentare ufficialmente i due candidati consiglieri del Terzo polo della provincia di Sondrio Azione - Italia Viva - Renew Europe alle elezioni regionali di febbraio a sostegno della candidatura a presidente di Letizia Moratti.
Sono Cinzia Capelli, già presidente della Comunità montana della Valchiavenna e consigliere provinciale, e Guido Patelli, ex sindaco di Grosotto, con un mandato da consigliere a Palazzo Muzio.

Ambiente e sanità: queste le priorità del Terzo polo

Cinzia Capelli, ingegnere ambientale e vice presidente dell’Ordine degli ingegneri di Sondrio, ha esordito spiegando di aver aderito con convinzione al Terzo polo, perché in esso ha visto grande attenzione ai temi a lei cari, primo fra tutti quello ambientale.

"Fortunatamente il nostro territorio non conosce l’abusivismo - ha detto -, ma è molto fragile. Occorre superare la logica del pronto intervento che è più veloce e semplice da attuare ma non è produttiva a lungo termine soprattutto oggi con la crisi climatica che si fa sempre più sentire. Abbiamo tutti gli strumenti per la manutenzione diffusa attraverso la pianificazione condivisa".

A sua volta Guido Patelli ha sottolineato che oggi un cambiamento della politica è ormai indispensabile a livello nazionale, a quello regionale finanche in ambito provinciale e comunale: "Siamo abituati a questo bipolarismo che fa solo promesse, ma oggi serve una programmazione a lungo termine e noi siamo qui per incidere sulla politica".

A tale proposito Patelli ha portato come esempio la tangenziale di Tirano, "frutto della lungimiranza del Governo Renzi, che l’ha voluta e finanziata, mentre la Regione non ci ha più creduto e non ha più investito".

E ancora: "I problemi in provincia sono tanti, a partire dalla sanità. Il piano del Politecnico non ha tenuto conto delle reali esigenze del territorio ed è stato solo “speso” in campagna elettorale. E’ stato solo una promessa. La soluzione è quindi cambiare chi governa in Regione".

Seguici sui nostri canali
Necrologie