Lombardia

Agricoltura, Rolfi: "Nel prossimo PSR una linea dedicata alla montagna"

L'assessore lombardo ha iniziato il tour nel quale visiterà le malghe della nostra regione.

Agricoltura, Rolfi: "Nel prossimo PSR una linea dedicata alla montagna"
Attualità 17 Luglio 2021 ore 10:48

Promuovere i prodotti agroalimentari di montagna, visitando le malghe lombarde e incontrando i produttori d'alta quota.

Con questi obiettivi l'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi ha iniziato oggi un percorso estivo tra gli alpeggi Lombardi. Rolfi, insieme al consigliere regionale Simona Pedrazzi, è stato in alta Valtellina, alla malga Valle dell'alpe e alla malga del Forno a Valfurva.

Attività eroica

"Fare agricoltura a 2.500 metri - ha detto Rolfi - è un'attività eroica. Per questo la Regione vuole contribuire a promuovere i prodotti di montagna, sia attraverso bandi che con iniziative legate al marketing territoriale per fare in mondo che l'agroalimentare diventi per queste zone sempre più vettore turistico e di narrazione ambientale".

Ruolo importante

"Il settore primario - ha aggiunto l'assessore - qui contribuisce a prevenire il dissesto idrogeologico, è un presidio ambientale e anche sociale perché consente di creare occupazione ed economia.

I prodotti di montagna sono sinonimo di qualità, di lavoro, di tradizione e di storia. Per questo per il prossimo Piano di sviluppo rurale l'intenzione della regione è quella di dedicare all'agricoltura in alta quota una linea specifica di finanziamento mantenendo anche la riserva già prevista nella programmazione attuale".

Ascolto

"Gli imprenditori agricoli - ha ricordato l'assessore - chiedono semplificazione normativa e una collaborazione fattiva con le istituzioni.

È fondamentale la fase di ascolto di associazioni di categoria e aziende per programmare in modo adeguato il prossimo Psr affinché sia uno strumento funzionale allo sviluppo sostenibile mettendo al centro le esigenze delle imprese".

"Il bando Arest promosso dalla Regione - ha concluso Rolfi - va proprio in questa direzione: un sinergia pubblico privato per progetti innovativi dedicati principalmente a zootecnia, frutticultura e risorse forestale".

Necrologie