Attualità
Bormio

Aido chiede sostegno

I donatori sono ancora pochi.

Aido chiede sostegno
Attualità Alta Valle, 13 Ottobre 2021 ore 06:00

Anche Aido, l’associazione italiana donatori di organi, Bormio e Valli, è scesa in piazza nella giornata nazionale del sì, sabato 24 e domenica 26 settembre. Il numero dei soci, pari a 700, non coincidente necessariamente con quello dei donatori che aderiscono dando il consenso in Comune, è invariato. Le giornate sono servite anche a ricordare la novità digitale di potere esprimere il consenso alla donazione di organi, tessuti, cellule con un solo clic direttamente sul sito.

Commento

Così Lucio Schiantarelli. "L’adesione è molto bassa, proporremo iniziative come proiezione di filmati e interventi nelle scuole, per incrementare i soci, utili ad avere peso sulle commissioni del ministero della Salute, per inserire norme più snelle. Il trapianto di un organo è un percorso complesso: implica sale attrezzate negli ospedali, decine di specialisti per accertamenti, prelievi, fino ai trapianti. Tragico ci siano in Italia 9mila persone in attesa perché non trovano un organo. Le giornate sono andate molto bene, grazie alla sensibilità delle persone sono stati raccolti quasi 500 euro".

Necrologie