Attualità
Sernio

Area del Pergul, i lavori sono finiti

Conclusa l’opera di recupero dei baitelli in località Purscellane.

Area del Pergul, i lavori sono finiti
Attualità Tiranese, 02 Gennaio 2023 ore 07:00

Sono terminati i lavori di recupero dei baitelli in località Purscellane, area del Pergul in Comune di Sernio. A gennaio saranno sistemate anche le aree esterne. Si avvia quindi a conclusione il secondo importante intervento di recupero di queste storiche strutture realizzate in pietra a secco. Sono strutture autoportanti, definite a tholos o a falsa cupola che stanno suscitando l’interesse di studiosi e di enti preposti alla salvaguardia di beni paesaggistici. Questo secondo recupero fa parte del progetto Interreg ConValore sostenuto da finanziamenti italo-svizzeri. I due nuclei finora recuperati si trovano a poche decine di metri di distanza e costituiscono un unico insediamento, un vero e proprio villaggio realizzato in pietra a secco con la tecnica della falsa cupola, un unicum su tutto l’arco alpino. Il primo è stato finanziato dalla Fondazione Cariplo, da Regione Lombardia, dalla Comunità montana e dal Comune di Sernio.

Interreg ConValore

Sempre nell’ambito del progetto Interreg ConValore la Società cooperativa Intrecci ha recuperato altri 3 ettari di terrazzamenti in pietra a secco, sempre in Comune di Sernio, portando così a 4 ettari la superficie totale finora recuperata. Complessivamente quello del Pergul, a Sernio, è uno dei più importanti recuperi avviati su terre incolte di grande pregio paesaggistico, un paesaggio culturale molto significativo di grande interesse storico. Il progetto assicura la sostenibilità nel tempo perché l’area recuperata è stata destinata alla produzione di prodotti alternativi. L’area del Pergul è oramai un punto di riferimento per molti cittadini del mandamento che la frequentano in ogni stagione, anche durante la stagione invernale per la particolare esposizione a sud.

Sindaco

"Colgo l’occasione - dice il sindaco Severino Bongiolatti - per ringraziare i proprietari che hanno ceduto in comodato d’uso gratuito questi immobili. E ringrazio i due maestri di mestiere che hanno lavorato con molta competenza e passione in queste ultime settimane. Li conosceremo presto. Ulteriori iniziative di recupero sono in corso sul versante del Pergul e altre, già finanziate, sono in fase di progettazione, ma ne parleremo più avanti. Questo è anche un esempio di come l’ideazione e l’iniziativa di un piccolo Comune possa contribuire al miglioramento complessivo di un intero territorio".

Seguici sui nostri canali
Necrologie