Attualità
parlare in pubblico

Coldiretti Giovani Impresa: in Valtellina il percorso di formazione al “public speaking”

Il modello si compone di tre giornate formative, che si concluderanno il 9 febbraio.

Coldiretti Giovani Impresa: in Valtellina il percorso di formazione al “public speaking”
Attualità Bassa Valle, 19 Gennaio 2023 ore 16:42

Public speaking, ovvero parlare in pubblico.

Public speaking

Un tema che, con un percorso di formazione, sta coinvolgendo i giovani imprenditori agricoli lombardi di Coldiretti e si tiene proprio in provincia di Sondrio, presso l’agriturismo La Fiorida di Mantello, coinvolgendo giovani di tutta la regione. Il modello si compone di tre giornate formative, che si concluderanno il 9 febbraio.

Ieri e oggi i primi due appuntamenti, dove si sono sviluppati i primi temi: dalla gestione di contatto visivo e gestualità, alla postura e uso di spazio e voce, alla gestione delle emozioni, ovviamente con diverse esercitazioni pratiche. La giornata odierna si è invece concentrata su altri tre obiettivi: come realizzare una struttura efficace; impostare gli obiettivi; le fasi per una buona struttura: preparazione, introduzione, corpo, chiusura.

Il corso è stato fortemente voluto da Coldiretti Giovani Impresa Lombardia e rappresenta un’evidenza di un’agricoltura che si rapporta sempre più con il pubblico, non solo per il tramite della vendita diretta ma anche interagendo con eventi formativi ad esempio sul piano didattico. Docente d’eccezione, Fabrizio Rotta di Very personal consulting.

“Il public speaking rappresenta un’abilità fondamentale e una risorsa – commenta Coldiretti Sondrio – in quanto il parlare in pubblico, sia esso quello di colleghi o di una platea più estesa, rappresenta la possibilità di esprimere non solo sé stessi, ma ciò che si rappresenta quanto a prodotti o categoria: anche in agricoltura, la giusta capacità di comunicare – in modo efficace, assertivo e flessibile – diviene quindi indispensabile sotto il profilo lavorativo e imprenditoriale”.

In ogni contesto, “non basta più avere validi contenuti, ma è necessario possedere la giusta padronanza nel saperli esprimere: mancando tale caratteristica, si è penalizzati e si rischia di compromettere il buon esito di un’attività”.

Concluso il primo e il secondo modulo di formazione, resta la terza giornata che porterà i giovani a ritrovarsi, per l’ultimo step formativo, il 9 febbraio: ci si concentrerà sulla gestione del pubblico e sulla preparazione di uno speech finale.

Seguici sui nostri canali
Necrologie