Menu
Cerca
la spesa che fa bene

Da Iperal premi per 250 mila euro a 190 associazioni di volontariato

Grazie al contributo di Iperal e Fondazione AG&B Tirelli e alle preferenze espresse dai clienti, è stato garantito un sostegno al volontariato.

Da Iperal premi per 250 mila euro a 190 associazioni di volontariato
Attualità 20 Maggio 2021 ore 11:50

 

Un impegno consolidato, quello di Iperal nel sociale, che anche quest’anno si concretizza nell’iniziativa “La Spesa che fa Bene”. L’edizione 2021 ha confermato il successo degli anni precedenti, con un ampio coinvolgimento da parte di tutti i clienti che hanno aderito donando quasi 1,5 milioni di punti, partecipando direttamente alla campagna.

250mila euro

Il monte premi è stato di 250 mila euro e ha coinvolto un maggior numero di territori rispetto allo scorso anno, dalla Valtellina a Milano, dalla Valcamonica all’area di Bergamo per un totale di 8 province coinvolte. Le preferenze espresse dai clienti, hanno consentito di distribuire i contributi a ben 190 associazioni, suddivise nelle cinque aree geografiche in cui Iperal è presente con i suoi supermercati.

Cinque graduatorie

I clienti hanno potuto partecipare attivamente all’iniziativa attribuendo i punti ricevuti, facendo la spesa tra il 24 marzo e il 28 aprile scorsi, determinando quindi una classifica, o meglio cinque graduatorie, una per ciascuna area: Valtellina e Alto Lario, Lecco e Como, Milano e Brianza, Valcamonica, Valli Bergamasche e Bergamo. Alle associazioni risultate vincitrici di ciascuna area, sono andati settemila euro, cinquemila alle seconde, quattromila alle terze, tremila alle quarte, duemila alle associazioni classificate tra il quinto e il decimo posto, mille a quelle dall'undicesimo al ventesimo posto. Tutte le altre associazioni, dal ventunesimo posto a scendere, hanno ottenuto un premio pari a 500 euro.

La Spesa che fa bene

«La larghissima adesione alla nostra iniziativa "La Spesa che fa bene" conferma la sensibilità dei nostri clienti nei confronti delle tematiche sociali, che la pandemia ha reso ancora più attuali - sottolinea il responsabile comunicazione di Iperal Alessandro Pizzen -: grazie a loro abbiamo distribuito 250 mila euro fra le associazioni più attive sul territorio. La diversa estrazione dei vincitori evidenzia l'eterogeneità dei bisogni che hanno però un aspetto comune: l'urgenza di intervenire a sostegno del volontariato per dare risposte ai cittadini. Siamo felici di averlo fatto insieme ai nostri clienti ».

Record per Enpa Sondrio

Ad ottenere il record dei punti di questa edizione è stata la Sezione di Sondrio dell’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) che vince, anche quest’anno, la virtuale classifica tra tutte le associazioni in gara:

«Con il contributo di Iperal continueremo le migliorie al nostro Rifugio Zoofilo - dice la responsabile Sara Plozza - Quest’anno metteremo in sicurezza alcuni box dei cani e rifaremo il patio esterno delle tre casette per gatti. Durante il Covid il nostro lavoro è proseguito e ci siamo resi disponibili anche a portare a spasso gli animali delle persone costrette in quarantena. Credo che la Valtellina ormai ci voglia bene, questo risultato lo dimostra».

A Lecco Como

Nel bacino di Lecco Como la vincitrice è stata Zampamica2010 Onlus che ha ottenuto ben 30.171 punti.

«Useremo questi fondi - dice la presidente Paola Comini - per far fronte a emergenze veterinarie come le pensioni dei cani o l’acquisto di pappe per le cucciolate di gattini abbandonati, che sono moltissimi dato che durante la pandemia non è stato possibile sterilizzare le colonie feline. Dopo ormai 11 anni di attività le persone ci amano e questo ci riempie davvero di gioia».

Valcamonica

In Valcamonica si riconferma tra i vincitori, il Comitato A.N.D.O.S. Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, che ha raccolto ben 25.891 punti:

«Con il contributo di Iperal - spiega la presidente Fulvia Glisenti - doneremo il dispositivo Comfort Marker alla Radioterapia dell'Ospedale di Esine. È uno strumento che pratica i “tatuaggi” necessari al trattamento radioterapico non più indelebili bensì cancellabili. Per noi che siamo fermi con le attività questi fondi sono una manna, in attesa di rivederci con il nostro gruppo di supporto insieme alla psicologa».

Bergamo

Nella bergamasca si aggiudica il primo posto Amici Della Pediatria Onlus:

«Con il Covid entrare nei reparti è stato impossibile - racconta la presidente Milena Lazzaroni - Allora abbiamo installato una rete WiFi, inventato la Pedagogia a Distanza e preparato settimanalmente un centinaio di KIT ludico-creativi per ogni bambino ricoverato. Il risultato di questa raccolta è veramente incredibile: ci dice che tantissime persone ci vogliono bene e ci sono vicine e soprattutto in questo anno e mezzo, perché hanno compreso il lavoro che facciamo da 31 anni».

Milano e Brianza

Infine nell’area di Milano e Brianza ad ottenere il primo posto sono stati Gli Amici Del Randagio Onlus.

«Prima della cifra, a renderci orgogliosi è l’affetto della gente: nella situazione difficile che stiamo vivendo, è ancora più commovente vedere riconosciuta la passione che ci mettiamo da 30 anni», dice il responsabile Marco Folloni. «Con questi fondi aumenteremo il supporto veterinario e comportamentale ai cani più anziani, sperando di poter trovare loro una casa. Ringraziamo Iperal perché, senza gli eventi in presenza, questa è una grande occasione per tornare a parlare di tante realtà di volontariato».

Attenzione alta

Un’edizione che ha confermato l’alta attenzione di Iperal e dei clienti alle tematiche sociali: dalle parole dei vincitori traspare infatti la gratitudine nei confronti di tutte le persone che hanno partecipato all’iniziativa e l’impegno a rendere sempre più concrete le loro attività per la comunità.

Necrologie