Attualità
iniziative per il territorio

Fondazione Pro Valtellina: il 2022 si apre con un bando per i ragazzi più fragili

In continuità con il 2021 la fondazione comunitaria riserva nuove risorse in aiuto alle generazioni più giovani colpite dagli effetti collaterali della pandemia. 75 mila euro per affrontare le nuove paure generate dall’isolamento e dalla solitudine.

Fondazione Pro Valtellina: il 2022 si apre con un bando per i ragazzi più fragili
Attualità 03 Gennaio 2022 ore 10:56

 

 

 

Fondazione Pro Valtellina apre il nuovo anno confermando l’attenzione ai più giovani. In continuità con il 2021 l’ente filantropico locale propone un nuovo Bando in soccorso agli adolescenti più fragili, colpiti duramente dagli effetti collaterali della pandemia, costretti a vivere l’isolamento, allontanati dalla normalità.

 

Iniziative per sostenere i ragazzi del territorio

75 mila euro di budget a sostegno di iniziative per sostenere i ragazzi del territorio.

Negli ultimi mesi è stato infatti registrato un preoccupante aumento di disturbi piscologici nella popolazione giovanile, disagi più o meno gravi, più o meno latenti legati al diffondersi della pandemia e dei suoi effetti collaterali. Didattica a distanza, mancanza di socializzazione, distanziamento e isolamento, uno scenario difficile da affrontare soprattutto per ragazzi in età adolescenziale.

Bando in aiuto ai ragazzi e alle loro famiglie

“La pandemia Covid-19 e le diverse forme di distanziamento continuano a provocare profondi danni al benessere psicologico degli adolescenti, specialmente nei soggetti meno resilienti.

I dati clinici lo confermano. Per questo abbiamo riproposto un Bando in aiuto ai ragazzi e alle loro famiglie, proprio per dare un seguito alle attività e non lascar cadere progetti e iniziative meritevoli. Il 2022 ci vedrà ancora impegnati nell’ affrontare insieme le difficoltà e per sostenere le nuove generazioni nella speranza che presto tutto possa essere superato. – ha commentato Marco Dell’Acqua Presidente di Fondazione Pro Valtellina Onlus- La nostra fondazione è stata sin dall’inizio della pandemia in prima linea nel sostegno del territorio in un periodo complesso.

Abbiamo partecipato alla raccolta Per i nostri ospedali, abbiamo sostenuto progetti per rispondere alle difficoltà del territorio, iniziative sociali sostenute in aiuto delle famiglie e degli operatori sanitari. Non potevamo non tutelare le nuove generazioni proprio adesso che la loro forza e energia è vitale per il futuro della nostra comunità”

 

Collaborazione e sinergia

La Fondazione spiega:

Il bando richiede collaborazione e sinergia tra scuola, clinici, famiglie e terzo settore per incrementare una più ampia consapevolezza del problema e sviluppare la possibilità di interventi (anche semplici) basati sulle evidenze per intervenire. Valore aggiunto sarà riconosciuto a progetti in continuità con quelli sostenuti lo scorso anno al fine di costruire iniziative coordinate.

Tra gli obiettivi principali, per esempio, il miglioramento della rete di offerta di aiuto per i ragazzi in difficoltà e la promozione di iniziative concrete a sostegno di stili di vita e relazioni sane nei giovani.

Essenziale, inoltre, migliorare le competenze degli adulti (genitori, insegnanti, medici, operatori psicosociali) nell’approccio alle problematiche del disagio giovanile e la consapevolezza dell’impatto dei media e di internet (social media, gaming, gambling,) sullo sviluppo degli adolescenti.

Il testo del Bando è disponibile sul sito www.provaltellina.org

Sempre rivolto al mondo dei ragazzi il Bando congiunto con Fondazione Gruppo Credito Valtellinese. C’e’ tempo fino al 31 marzo per proporre progetti affinchè la scuola possa continuare ad essere risorsa e opportunità per le nuove generazioni. Tutte le informazioni reperibili sul sito www.provaltellina.org

Necrologie