rivoluzione

Gli abiti da sposa di Giulia Ocera incontrano la Valtellina

Uno spettacolo che stupisce e incanta.

Gli abiti da sposa di Giulia Ocera incontrano la Valtellina
Attualità Bassa Valle, 08 Luglio 2021 ore 12:08

Il talento di un team giovane per la creatività e l'idea interpretativa, la magnificenza del paesaggio montano a fare da sfondo: c'è tanta Valtellina nel progetto di Giulia Ocera, stilista milanese che ha scelto il ponte nel cielo di Tartano quale set del video di presentazione della sua collezione, avvalendosi della collaborazione di professionisti di Morbegno e di Sondrio per l'allestimento. Linfa giovanile a spronare una ripresa faticosa dopo tanti sacrifici, a stimolare il territorio e a guidarlo verso il futuro che sarà sicuramente diverso e probabilmente migliore.

Abiti da sposa di Giulia Ocera

La Valtellina e gli abiti da sposa di Giulia Ocera a ricreare un unicum, qualcosa di mai visto prima. La linea "Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di blu" si compone di 25 creazioni che coniugano l'unicità dell'abito nuziale e l'estemporaneità del prêt-à-porter: capi reversibili con il bianco che cela l'interno colorato per rivisitare la tradizione.

Rivoluzione

Un rivoluzione che si compie nello scenario della Valtellina, traendo ispirazione dalle bellezze paesaggistiche e dalla collaborazione con un team di creativi per la realizzazione del video di lancio della collezione. Un fashion film in linea con il concept del progetto per un'ideale passerella sospesa a 140 metri di altezza e accarezzata dal vento.

Il ponte nel cielo di Tartano in una versione inconsueta ma sempre affascinante per attrarre e stupire, proprio come gli abiti. Un team valoroso e appassionato per un risultato che impressiona: ogni dettaglio è stato attentamente studiato e curato. Il make up artist Lorenzo Bertolini dell'istituto di bellezza "Il Profilo" di Morbegno e le hair stylist Gabriella Moreschi e Federica Rossotti di "Lookcenter" di Sondrio hanno realizzato due tipologie di make up e acconciatura per valorizzare l'abito indossato. La flower designer Eleonora Arella di "Ophelia" di Morbegno ha confezionato un bouquet su misura e una decorazione con fiori freschi per l'acconciatura della modella Matilde Broggi di Morbegno. Ogni attimo del backstage è stato documentato dalle fotografie di Chiara Baldini di Sondrio.

 

Un risultato che stupisce e incanta, la conferma che la nostra valle, con i suoi scenari e i suoi talenti, è in grado di fornire un importante contributo alla creatività italiana. Gli abiti di Giulia Ocera, che si muovono fra tradizione, modernità e innovazione, giocando con la sontuosità e la leggerezza, escono valorizzati dall'incontro con la Valtellina. Probabilmente il primo di una relazione destinata a continuare.

 

Necrologie