Attualità
Grazie ai nostri lettori

La solidarietà è di casa a Netweek: donati 70.000 pasti al Banco Alimentare

Regalare un sorriso a molte persone in difficoltà ci ha reso davvero orgogliosi", le parole di Alessio Laurenzano

La solidarietà è di casa a Netweek: donati 70.000 pasti al Banco Alimentare
Attualità 15 Gennaio 2022 ore 04:53

Se da un lato il 2021 è stato l’anno della ripartenza, dall’altro le comunità ancora si stanno portando dietro le pesanti conseguenze della crisi causata dalla pandemia. I fragili e i bisognosi sono aumentati così come le famiglie in difficoltà economica, per questo il nostro gruppo editoriale Netweek, del quale fanno parte il Giornale di Lecco e Primalecco.it, ha deciso di scendere in campo anche quest’anno per fare un’azione concreta. Attraverso le iniziative di Caro Babbo Natale vorrei e Cara Santa Lucia vorrei abbiamo donato oltre 70.000 pasti destinati alle persone più bisognose tramite la collaborazione con Banco Alimentare. 

La solidarietà è di casa a Netweek: donati 70.000 pasti al Banco Alimentare

Politici nazionali e locali, sindaci, rappresentanti del mondo dello sport, dell'associazionismo e della cultura, sono stati tantissimi i lettori che hanno contribuito a raggiungere questo importante risultato. Quest'anno le letterine sono state raccolte anche nelle classi e in alcuni centri commerciali del territorio. Alcune storie ci hanno fatto davvero sognare. Splendide letterine protagoniste per settimane di un'apposita sezione all’interno dei nostri settimanali e che resteranno visibili sui siti www.carobabbonatalevorrei.it e www.carasantaluciavorrei.it.

 Alessio Laurenzano, Ad Netweek

“I progetti “Caro Babbo Natale vorrei e Cara Santa Lucia vorrei” sono nati per dare un contributo immediato in questo momento di grande emergenza che il nostro Paese sta vivendo - sottolinea Alessio Laurenzano, Ad Netweek -. Per ripartire crediamo sia necessario in primis riconoscere a tutti una vita dignitosa che inizia proprio dal soddisfacimento dei bisogni primari come quello di un pasto caldo. Abbiamo ricevuto molte lettere e il pensiero che un gesto cosi semplice e antico abbia potuto contribuire a regalare un sorriso a molte persone in difficoltà, ci ha reso davvero orgogliosi. Continueremo a collaborare con Banco Alimentare e a combattere la lotta allo spreco e alla povertà”.

Grazie ai nostri lettori

Ora guardiamo al 2022, con rinnovato ottimismo e con la speranza di riuscire finalmente ad esserci lasciati alle spalle il momento più difficile. Senza dimenticare però, quello che la pandemia ha significato e quello che ci ha insegnato. Ovvero che, nonostante tutto, la solidarietà è in ognuno di noi. Per questo non dobbiamo dimenticare, ma continuare su questi binari. Per renderci migliori, per essere migliori. 70.000 volte grazie! Grazie ai nostri lettori che, con le loro splendide letterine a Babbo Natale e a Santa Lucia ci hanno permesso di aiutare Banco Alimentare nell'attività che svolge giorno dopo giorno. E grazie ai nostri partner che hanno sostenuto il progetto.

 

Necrologie