Attualità
novità

Lavoratori SECAM: siglato accordo per l'anno 2021

"Si tratta di un accordo ponte per poi realizzare una vera discussione entro i primi mesi del 2022 utile ad arrivare ad un accordo complessivo triennale" annunciano i sindacati.

Attualità 17 Novembre 2021 ore 15:17

Nel mese di ottobre i sindacati denunciavano un grave gap economico dei dipendenti Secam, rispetto ai loro colleghi delle altre società lombarde che svolgono le loro stesse attività. Una differenza importante, dovuta ad un sostanziale congelamento della contrattazione aziendale negli ultimi otto anni. Ora sembra che la situazione si stia sbloccando, ad annunciarlo sono CGIL, CISL – Sondrio e UIL Trasporti Lombardia.

Accordo

Scrivono i sindacati in una nota stampa:

A seguito di quella nostra presa di posizione, è arrivata successivamente la convocazione aziendale, con la quale SECAM si dichiarava disponibile ad affrontare il tema della contrattazione aziendale in favore dei dipendenti.

Nel primo incontro avvenuto ad ottobre, abbiamo appreso con favore della dichiarata disponibilità ad intraprendere un nuovo percorso di relazioni sindacali, improntato su una valorizzazione della contrattazione collettiva aziendale.

Naturalmente da parte nostra è stato chiesto un segno tangibile a questa dichiarazione, che, nonostante la situazione di difficoltà della società (non certo imputabile ai lavoratori….), cominciasse a dare risposte concrete ai lavoratori.

A fronte della nostra richiesta di definire un accordo aziendale pluriennale, prevedendo incrementi sia sul premio di risultato, che sulla indennità sostitutiva di mensa, l’azienda ci ha chiesto di valutare ancora per quest’anno la possibilità di limitarci ad un accordo ponte a copertura del 2021, per poi aprire una vera discussione entro i primi mesi del 2022 utile ad arrivare ad un accordo complessivo triennale.

A dimostrazione della nostra volontà di essere parte attiva nel processo di nuove e propositive relazioni aziendali, abbiamo convenuto sulla opportunità, visti anche i tempi ristretti, di confermare per il 2021, l’impianto del premio aziendale, con le stesse caratteristiche del 2020, ma al contempo abbiamo previsto, finalmente, un primo incremento dell’indennità sostitutiva di mensa che a partire dal mese di gennaio 2022 salirà da 1 euro a 3 euro giornalieri. Abbiamo infine convenuto, di incontrarci entro il primo quadrimestre, con l’intento di definire un nuovo contratto integrativo aziendale pluriennale.

Necrologie