Attualità
Sondalo

Oggi il centenario della nascita di Zappa

Nato l’8 luglio 1922 fu un personaggio di livello nazionale e contribuì alla crescita della Valle.

Oggi il centenario della nascita di Zappa
Attualità Alta Valle, 08 Luglio 2022 ore 06:30

Oggi 8 luglio, è il centenario della nascita di Franco Zappa, personaggio di primo piano per la politica. Nato a Sondalo l’8 luglio 1922, figlio unico da Lucia Cristani, maestra elementare e Iginio, muratore. Dopo gli studi classici, si laurea in Giurisprudenza a Pavia nel ‘46, perché nel ‘45 era partigiano. L’8 settembre del ‘43 infatti scelse la via delle montagne dove combattè il nazifascismo sui monti dell’Alta Valtellina a capo della Seconda Brigata Stelvio, con il nome di Capitan Foglia ispirandosi agli ideali del Movimento Rivoluzionario Liberal Socialista, Giustizia e Libertà, del quale, maestro fu Salvemini e leader Carlo Rosselli. E’ stato più volte consigliere comunale alternativamente a Sondalo e Sondrio e consigliere provinciale, dal 1951 fino al 1975 per più di venticinque anni è rappresentante del Psi nell’Assemblea Consorzio del Bim, anni durante i quali portò avanti con determinazione le proteste politiche-amministrative di grande rilievo provinciale, nazionale ed internazionale. Si occupò infatti delle vie di comunicazione come il Traforo dello Stelvio, di importanza internazionale, della viabilità della 36 Lecco-Como, della statizzazione della Ferrovia dell’Alta Valtellina FAV; interventi di tipo ambientale; affrontò problemi socio sanitari legati al Villaggio Sanatoriale di Sondalo con la presentazione della proposta di legge sulla vaccinazione antitubercolare obbligatoria che divenne legge dello Stato nel 1970.

Provincia

Fu molto sensibile ai problemi del periodo storico degli anni 50/60 in Provincia di Sondrio, occupandosi di emigrazione e di contrabbando tema sul quale apportò modifiche all’entità della pena, pur rimanendo il contrabbando un reato, ma facendolo riconoscere stato di necessità effettuato da galantuomini che dovevano sfamare le famiglie in difficoltà. Per questo fu anche avvocato difensore degli stessi contrabbandieri. Deputato al Parlamento nelle liste del Psi, corrente dell’onorevole Riccardo Lombardi, dal 1958 al 1972 per tre legislature quando, in seguito a cattive condizioni di salute, non si ripresentò alle successive elezioni parlamentari. Nella IV legislatura, dal ‘64 al ‘68 fu presidente della Commissione Giustizia della Camera e come presidente ebbe il merito riconosciuto con stima ed ammirazione anche dagli avversari politici. Nell’aprile del 1979, in seguito ad ictus, perse l’uso della parola e fu riabilitato alla stessa, per sua espressa volontà, presso l’ospedale regionale di Bormio e Sondalo, oggi ospedale Morelli, dove fu ricoverato per un anno intero. Rimase, tuttavia, sempre attivo in campo politico e sociale. Morì il 21 giugno 2003 all’età di ottant’anni. Il Comune di Sondalo, a riconoscenza della sua dedizione e cura del nostro territorio, come attestato di stima e gratitudine, ha intitolato a suo nome la Scuola Secondaria di Primo Grado.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie