Sanità provinciale

Ospedali, il direttore generale Welfare della Regione in Valle per programmare gli interventi

Ha incontrato i dg di Asst e Ats e visitato i presidi di Sondrio e Sondalo.

Ospedali, il direttore generale Welfare della Regione in Valle per programmare gli interventi
Attualità Sondrio, 24 Giugno 2021 ore 17:49

Nella giornata di oggi, giovedì 24 giugno 2021, il direttore generale Welfare di Regione Lombardia Giovanni Pavesi ha raggiunto la Valtellina per incontrare i direttori generali di Asst Valtellina e Alto Lario, Tommaso Saporito, e di Ats Montagna, Lorella Cecconami. Una riunione operativa organizzata per definire tempi e modalità degli interventi annunciati dalla vice presidente Letizia Moratti durante la sua visita a Sondrio, l'11 giugno scorso, che coinvolgeranno i presidi ospedalieri di Sondrio, Sondalo, Morbegno e Chiavenna, per un investimento complessivo di oltre 120 milioni di euro.

Il Dg Welfare a Sondrio e Sondalo

Il direttore generale Pavesi, accompagnato dall'assessore agli Enti Locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori, nella prima mattinata è arrivato nella sede dell'Asst, a Sondrio. Qui ha svolto una riunione tecnica con i direttori generali Saporito e Cecconami e ha visitato il complesso ospedaliero che sarà oggetto di una riqualificazione.

Successivamente si è spostato all'Ospedale Morelli, dove ha avuto un colloquio con il sindaco di Sondalo Ilaria Peraldini, alla quale ha ribadito la volontà della Regione Lombardia di tradurre gli impegni assunti in azioni in tempi brevi. Con i direttori generali di Asst e Ats ha quindi visitato il presidio per conoscere da vicino l'operatività della struttura, i punti di forza e i bisogni più urgenti in vista della ripresa dell'attività ordinaria dopo l'emergenza sanitaria e, nello specifico, del ripristino della Neurochirurgia e della Chirurgia vascolare e toracica.

Presto il cronoprogramma degli interventi sui presidi ospedalieri

Dalle riunioni operative di oggi seguiranno gli approfondimenti per definire il cronoprogramma degli interventi già annunciati e condivisi sui quattro presidi ospedalieri, allo scopo di garantire la qualità e la puntualità delle prestazioni e dei servizi per i cittadini della provincia di Sondrio.

Necrologie