Attualità
L'iniziativa

Patrick Zaki, a Morbegno uno spazio dedicato in biblioteca

Il gruppo territoriale di Amnesty International vuole far conoscere a tutti la storia di violazione dei diritti umani.

Patrick Zaki, a Morbegno uno spazio dedicato in biblioteca
Attualità Bassa Valle, 02 Dicembre 2021 ore 11:30

Il Gruppo di Morbegno di Amnesty International - Sezione Italia- informa che da domani, venerdì 3 dicembre 2021, sarà allestito presso la Biblioteca di Morbegno, uno spazio dedicato a Patrick Zaki, lo studente, attivista e ricercatore egiziano trasferitosi a Bologna per frequentare il master Gemma, arrestato il 7 febbraio 2020 all'aeroporto de Il Cairo, di ritorno da Bologna per una visita ai familiari.

Patrick Zaki, iniziativa di Amnesty International - Sezione Italia

Amnesty international, movimento globale di persone che hanno a cuore i diritti umani e che lavorano insieme per promuoverli e difenderli ovunque nel mondo, ha lanciato una mobilitazione nazionale, insieme ad altre realtà della società civile, finalizzata a mantenere alta l’attenzione sulla sua storia.

Dopo innumerevoli rinnovi della carcerazione preventiva, Il 28 settembre, Patrick Zaki è stato rinviato a giudizio davanti alla Corte di sicurezza dello Stato di emergenza (ESSC) con l'accusa di "diffondere notizie false in patria e all'estero" in relazione ad un articolo pubblicato nel 2019, contenente estratti del suo diario personale sulla discriminazione subita dai cristiani copti in Egitto, minoranza di cui lui stesso fa parte.

Patrick Zaki è detenuto da 22 mesi

Patrick Zaki è detenuto nella prigione investigativa di Tora, nella quale ha già trascorso 22 mesi di ingiusta custodia cautelare. Secondo i suoi avvocati, dopo il suo arresto, gli agenti dell'Agenzia per la sicurezza nazionale (NSA) lo hanno sottoposto a tortura ed altri maltrattamenti, compresa la somministrazione di scosse elettriche e percosse; gli interrogatori ruotavano attorno al lavoro Patrick per i diritti umani. Nonostante soffra di asma, non è stato vaccinato contro il Covid-19. Soffre inoltre di mal di schiena a causa delle sue condizioni di detenzione ed è costretto a dormire su ruvide coperte sul pavimento poiché le autorità carcerarie gli negano un letto o un materasso.

Amnesty International considera Patrick George Zaki un prigioniero di coscienza detenuto esclusivamente per l'esercizio pacifico dei suoi diritti umani. Il suo processo è stato rinviato al 7 dicembre 2021; in occasione della nuova udienza Amnesty International ha organizzato per il 6 dicembre una nuova manifestazione a Bologna per richiedere nuovamente #FreePatrickZaki.

L'iniziativa di Morbegno

Con l’iniziativa presso la Biblioteca di Morbegno il gruppo territoriale di Amnesty International vuole richiamare l’attenzione di tutti sulla storia di Patrick Zaki e dei tanti di difensori dei diritti umani, politici e giornalisti, sottoposti negli ultimi mesi a processo davanti alla Corte di sicurezza dello Stato di emergenza (ESSC) con l'accusa di diffusione di “notizie false”

Nello spazio predisposto in Biblioteca a Morbegno sarà possibile conoscere la storia di Patrick, firmare l’appello di Amnesty International per la sua liberazione https://www.amnesty.it/appelli/liberta-per-patrick/ e visionare testi riguardanti le violazioni dei diritti umani in Egitto.

All’esterno della Biblioteca verrà inoltre affisso uno striscione con l’immagine di Patrick Zaki.

Necrologie