Attualità
riconoscimenti

Premiati i grandi sportivi dell'anno

Il club Panathlon di sondrio ha consegnato i premi durante la cerimonia di giovedì 28 aprile, presso la sala consiliare della Provincia di Sondrio.

Premiati i grandi sportivi dell'anno
Attualità 29 Aprile 2022 ore 11:19

Giovedì 28 aprile 2022, presso la sala consiliare della Provincia di Sondrio, il Club Panathlon ha premiato gli sportivi dell'anno.

Club Panathlon

Il Panathlon è un'associazione internazionale di volontariato costituita per la promozione e la diffusione della Cultura e dell'etica sportiva che si propone di approfondire e divulgare difendere i valori dello Sport inteso come strumento di formazione e valorizzazione della persona. Ogni anno i club diffusi territorialmente premiano i personaggi dello sport locale che durante l’anno si sono distinti per il loro operato e risultati raggiunti.

Atleta

A finire nell'Albo d'Oro nella categoria atleta è stato "l'infinito" Yuri Confortola. Carabiniere bormino che da quasi 20 anni fa parte della nazionale azzurra di short track conquistando innumerevoli podi a livello nazionale, mondiale ed europeo. Dalle Olimpiadi di Pechino del 2022 è tornato con un argento e un bronzo conquistati nella staffetta mista e in quella maschile dei 5000 metri. Tante soddisfazioni ma anche qualche difficoltà nella lunga carriera che Yuri ha sempre affrontato “Senza caricarsi di troppe aspettative ma vivendo al meglio la giornata di allenamento dando sempre il massimo” ha detto.

Studente atleta

Guarda alle prossime Olimpiadi di casa come un sogno la 19enne che ha ricevuto il premio come Studente Atleta: si tratta di Veronica Silvestri. Lo scorso anno, al suo primo anno nella categoria Juniores, è stata capace di aggiudicarsi 7 titoli italiani guadagnandosi così la casacca azzurra e il diritto a partecipare ai mondiali di categoria in Finlandia dove si è piazzata diciannovesima, la migliore tra le italiane. Da 8 anni frequenta il mondo duro degli sci stretti e ha spiegato che il suo segreto è quello di aver avuto un papà con il quale ha mosso i primi passi in questo sport, poi di essersi appassionata grazie al proprio allenatore, infatti ha detto “Occorre sapersi divertire e allenarsi bene per arrivare preparati ad affrontare le sfide che si presentano, molti gli ostacoli che si possono incontrare ma mai scordare gli obiettivi prefissati”.

Benemerito

Di atleti di talento ne ha cresciuti molti Alberto Rampa premiato nella categoria Benemerito dello Sport. In pista dagli anni '60, lo sport è stata la sua ragione di vita, con la laurea in scienze motorie è diventato insegnante di educazione fisica, ora è pilastro del Centro Olimpia Piateda che oltre tutto quest'anno festeggia i 30 anni di attività. Ricordando gli inizi ha spiegato: “Quando ho deciso di fare il prof di educazione fisica negli anni 60 mi guardavano come un visionario, grazie al supporto della mia famiglia e alla provvidenza che mi ha dato una mano nella mia vita ho potuto fare quello che volevo davvero fare, perciò mi ritengo molto fortunato”.

Tecnico allenatore

Infine a ricevere il riconoscimento nella categoria Tecnico Allenatore è stato Davide Canclini. Allenatore dello Sci Club Alta Valtellina, è stato chiamato dal comitato organizzatore delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026 per la preparazione della pista che accoglierà al suo debutto la disciplina dello sci alpinismo e, come lui stesso a detto, spera di essere confermato coordinatore tecnico del settore giovanile azzurro di sci alpinismo, ruolo che ricopre da quasi 10 anni. La cerimonia si è conclusa con i migliori auguri agli sportivi e ai membri del Panathlon rimandando l'appuntamento all'anno prossimo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie