Attualità
L'iniziativa

Pro Valtellina, il 2023 si apre con i giovani

Il presidente Dell'Acqua: "Desideriamo dare un segnale concreto del sostegno ai progetti di utilità sociale".

Pro Valtellina, il 2023 si apre con i giovani
Attualità Sondrio, 31 Dicembre 2022 ore 07:00

Fondazione Pro Valtellina apre il nuovo anno proponendo due nuove iniziative dedicate alle organizzazioni del territorio. Un bando, giunto alla sua terza edizione, rivolto agli adolescenti fragili; un altro dedicato all’estate 2023: campus, centri estivi, momenti di aggregazione e divertimento. Entrambi gli strumenti sono stati promossi per affrontare bisogni diversi ma al tempo stesso considerati urgenti e fondamentali per il benessere della comunità.

Pro Valtellina, il 2023 si apre con i giovani

Per questa terza edizione del bando per gli adolescenti fragili, la fondazione ha deciso di privilegiare le progettualità più innovative, rispondenti a bisogni emergenti e di prevenzione alle situazioni di fragilità e marginalità.

In particolare saranno apprezzate le iniziative dirette al coinvolgimento e all’attivazione dei Neet, i giovani che non studiano e non lavorano; le attività di miglioramento delle capacità relazionali dell’adolescente all'interno della famiglia e nella comunità nel suo complesso, gli spazi di ascolto e aggregazione; le attività di formazione, sostegno allo studio, doposcuola. L’idea di aiutare i ragazzi adolescenti è nata dalla considerazione di una tendenza preoccupante anche sul nostro territorio: è stato infatti registrato un deciso aumento del disagio psicologico nella popolazione giovanile.

Alla pandemia e alle misure adottate per contrastare la sua diffusione (ad esempio il distanziamento sociale) sono riconducibili forme di profondo malessere psicologico degli adolescenti, specialmente nei soggetti meno resilienti.

Alla sua seconda edizione, invece, il Bando estate 2023 che desidera promuovere la realizzazione di campus, centri e oratori estivi destinati a bambini e adolescenti per riattivare la voglia di stare insieme, di svago e di libertà fornendo alle famiglie anche un valido aiuto nella gestione del periodo estivo, dopo la chiusura delle scuole. Dopo il successo dello scorso anno Pro Valtellina è ripartita dall’idea che l’estate possa essere un periodo per riappropriarsi della libertà e dello svago.

Il presidente: "Diamo un segnale concreto del sostegno ai progetti di utilità sociale"

«Siamo alla fine di un anno impegnativo che ha visto la fondazione impegnata su diversi fronti: dal tradizionale aiuto alle categorie più fragili e bisognose, alla cura del patrimonio culturale, dal sostegno a progetti per i profughi ucraini alla valorizzazione delle tradizioni locali - ha commentato Marco Dell’Acqua, presidente di Pro Valtellina - Il nostro augurio è che il prossimo anno porti a tutti serenità. Da parte nostra desideriamo dare un segnale concreto della costante vicinanza e dell’impegno di Fondazione Pro Valtellina a sostenere progetti di utilità sociale. Questi due nuovi Bandi ne sono la dimostrazione concreta».

Seguici sui nostri canali
Necrologie