Attualità
Tirano

Sentiero Valtellina, no al transito non autorizzato

Dopo la tradizionale chiusura invernale della Cm una segnalazione giunta da Guido Monti.

Sentiero Valtellina, no al transito non autorizzato
Attualità Tiranese, 09 Novembre 2021 ore 06:00

In settimana c’è stata la chiusura del percorso ciclo pedonale Sentiero Valtellina nel tratto di competenza della Comunità montana Valtellina di Tirano compreso fra San Giacomo di Teglio e Grosio. La chiusura interesserà il periodo dal 1° novembre 2021 fino al prossimo 28 febbraio 2022. Ma nel frattempo abbiamo ricevuto un’altra segnalazione dall’utente Guido Monti indirizzata all’attenzione dei sindaci di Grosio, Grosotto, Mazzo, Vervio, Tovo, Lovero e Tirano,

Lettera

"Sottopongo alla vostra valutazione un problema sempre più evidente, che coinvolge il territorio dei vostri paesi. Si tratta del passaggio promiscuo di pedoni, ciclisti e automobilisti lungo il Sentiero Valtellina, che solo in teoria è riservato a chi cammina o va in bicicletta, ma di fatto in alcuni tratti è consentito pure ai proprietari di terreni o caseggiati ubicati lungo tale percorso. Spesso si determinano situazioni di rischio e pericolo per coloro che procedono a piedi o in sella alle proprie due ruote e all’improvviso si trovano di fronte a mezzi presumibilmente condotti da persone autorizzate. La cartellonistica dovrebbe essere chiara, invece capita perfino che accanto a segnali recanti l’indicazione di libero accesso a pedoni e ciclisti ne siano posizionati altri con l’impedimento ai medesimi e, al contrario, l’autorizzazione ai possessori di beni immobili situati nei paraggi. E’ una palese contraddizione che causa inevitabilmente sconcerto e confusione".

Maggiori controlli

"Prima che possa succedere qualche incidente, oltre a maggiori controlli da parte della Polizia locale per evitare che i soliti furbi approfittino del Sentiero Valtellina per i loro spostamenti, vi invito cortesemente a prendere in considerazione l’obbligo di esporre sul parabrezza dei veicoli i necessari permessi per evitare possibili discussioni, considerato che attualmente solo agli agenti di Polizia è consentita la richiesta di esibire tale documentazione. Inoltre sarebbe il caso di perfezionare la segnaletica, a scanso di equivoci o errate interpretazioni. Ritengo che la Comunità montana sia la sede giusta per discuterne e prendere opportuni provvedimenti. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti con l’augurio di un buon lavoro amministrativo".

Necrologie