per il prossimo anno scolastico

Trasporto degli studenti: le criticità sotto la lente della Prefettura

Riunione del Comitato provinciale dell’ordine e sicurezza pubblica.

Trasporto degli studenti: le criticità sotto la lente della Prefettura
Attualità 15 Giugno 2021 ore 14:54

In previsione del prossimo anno scolastico 2021/2022, in data odierna il Prefetto di Sondrio Salvatore Pasquariello ha presieduto in videoconferenza la riunione del "Tavolo di Coordinamento nel settore del trasporto pubblico locale di cui all'art. 21, comma 3 del D.P.C.M 2 marzo 2021” per un primo confronto tra i vari soggetti interessati.

Due scenari

Due i possibili scenari ipotizzabili per la ripresa delle attività scolastiche a settembre: presenza a scuola al 100% con un coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto non superiore all’80% dei posti consentiti dalla carta di circolazione; presenza a scuola al 75% con un coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto non superiore al 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione.

Cosa prevede il DPCM

Dalla Prefettura fanno sapere che in particolare, per la prima ipotesi, si è tenuto conto che:

- l’art. 1, comma 16 sexies del decreto legge n. 33/2020 prevede che, nelle Regioni collocate con ordinanza del Ministro della Salute in zona bianca, cessano di applicarsi le misure determinate ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e le attività sono disciplinate dai protocolli individuati con decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri;

- il DPCM 2 marzo 2021 all’articolo 54 richiama il Protocollo del 20 marzo 2020 - allegato 14 e le linee guida - allegato 15 che al paragrafo intitolato al Settore trasporto pubblico locale automobilistico, metropolitano, tranviario, fluviario, funicolare, lagunare, costiero e ferroviario di interesse delle Regioni e delle Pubbliche Amministrazioni, stabilisce quanto segue:

“E’ consentito, nel caso in cui le altre misure non siano sufficienti ad assicurare il regolare servizio di trasporto pubblico, anche extraurbano, ed in considerazione delle evidenze scientifiche sull’assunto dei tempi di permanenza medi dei passeggeri indicati dai dati disponibili, un coefficiente di riempimento dei mezzi non superiore all’80% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi stessi con possibilità di aumento esclusivamente nel caso in cui sia garantito un ricambio di aria e un filtraggio della stessa per mezzo di idonei strumenti di aerazione che siano preventivamente autorizzati dal Comitato Tecnico Scientifico”.

Prossima riunione

Domani è prevista la riunione della Conferenza delle Regioni per affrontare la problematica.
Dall'ufficio territoriale del Governo concludono informando che si è deciso dunque di attendere gli esiti di detta riunione e si è sin da ora stabilito di aggiornare il Tavolo di coordinamento al 20 luglio prossimo per programmare con maggiori informazioni l'organizzazione del servizio di trasporto per l'anno scolastico 2021/2022.
Allo scopo di predisporre con puntualità i servizi, l'Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale e Trenord riceveranno a breve i dati necessari da tutti gli Istituti scolastici.

Necrologie