Attualità
Mens sana in corpore sano

Trofeo Vanoni: incontro con gli studenti per una corretta alimentazione

Nove classi dei due istituti superiori di primo grado morbegnesi hanno partecipato all'evento organizzato dal Coni Point di Sondrio e il CSI Morebgno.

Trofeo Vanoni: incontro con gli studenti per una corretta alimentazione
Attualità Bassa Valle, 23 Ottobre 2021 ore 07:41

Il Coni Point di Sondrio riparte con l’attività giovanile dei Centri CONI proponendo un seminario dedicato all’alimentazione ed ai corretti stili di vita. L’appuntamento è stato calendarizzato venerdì 22 ottobre presso la palestra scolastica dell’IC1 Morbegno in collaborazione con il Csi Morbegno che ha voluto questo momento legato alle iniziative collaterali del Trofeo Vanoni.

Incontro per gli studenti

All’evento hanno partecipato ben 9 classi dei due istituti superiori di primo grado morbegnesi. La dott. Paola Selvetti, medico sportivo, ha spiegato i principi fondamentali di una corretta alimentazioni ai ragazzi e ha coinvolto i presenti in un dibattito, a più voci, su quanto è importante crescere e fare sport dando al proprio corpo l’utile ed il necessario e non quello che la pubblicità ci vuole far credere sia fondamentale. Partendo da una sana colazione, carica energetica per l’intera giornata, ha spiegato come carboidrati, zuccheri e proteine e non solo, sono mattoni importanti mentre: additivi, coloranti e conservanti sono da evitare il più possibile.

 

Corretta alimentazione

Partendo dai menù valtellinesi e da quelli dei fast food ha informato scientificamente evidenziando i valori nutrizionali corretti o scorretti e su quanto questi influenzino lo sviluppo di un bambino/ragazzo. Coinvolti in prima persona i ragazzi hanno chiesto, a più voci, quanta Coca Cola bere, o se il sushi è nutritivo; se è meglio mangiare la bistecca o il pollo o se la dieta vegana sia corretta per il loro sviluppo. Non sono mancati i chiarimenti sui formaggi ed i salumi. Anche la Nutella, le caramelle e le merendine sono state analizzate partendo dalla lettura delle singole etichette.

Lezione di vita

Una lezione di vita che ha permesso ai ragazzi morbegnesi di verificare quanto la loro alimentazione fosse salutare. Agli sportivi di valutare se la loro “personale” dieta potesse contribuire a sostenerli nelle diverse discipline sportive. La relatrice ha fatto capire che quello che ogni ragazzo mangia oggi sarà fondamentale domani: per avere una vita sana e per mantenere, più avanti negli anni, un corpo attivo ed efficiente.

Mens sana in corpore sano

“Abbiamo accettato subito la proposta del CONI di Sondrio, ha dichiarato nel suo saluto iniziale il dirigente Pierluigi Labbadia, perché ci riconosciamo nel detto: mens sana in corpore sano. La scuola concorre, con la sua specificità, a far sì che ogni ragazzo stia bene con se stesso e per questo i corretti stili di vita sono importanti. Lo aiutano poi a star bene con gli altri e a vivere esperienze formative importanti”.

“Siamo contenti che i ragazzi siano stati al centro del seminario formativo. Ha evidenziato Annalisa Perlini dirigente del CSI Morbegno. Negli anni passati abbiamo incontrato i tecnici sportivi, i genitori e gli insegnanti. Oggi era giusto mettere loro al centro: atleti e non”.

"Il CONI di SONDRIO, ha dichiarato Pierandrea Speziale Coordinatore Tecnico Provinciale e referente per i CENTRI CONI, è sempre stato presente nella scuola con i suoi interventi: dall’infanzia alle superiori. La pandemia ha condizionato lo sport di base in modo pesante limitando le diverse attività e progetti. Oggi siamo molto contenti nel realizzare la nostra prima attività in presenza con i ragazzi. Ci hanno dimostrato, con le loro moltissime domande, che sono curiosi, attenti e desiderosi di conoscere ed approfondire queste tematiche: sia per la loro vita personale che per quella sportiva”.

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie