Menu
Cerca
a ritmo serrato

Un viaggio di 17 ore lungo la Valtellina per eleggere il paese più amato

Torna la Boiler Cup che ogni anno elegge tramite un sondaggio il comune valtellinese più amato.

Un viaggio di 17 ore lungo la Valtellina per eleggere il paese più amato
Attualità 06 Maggio 2021 ore 09:04

Chiamarsi Boiler torna con una nuova iniziativa che anticiperà l'inizio della Boiler Cup, concorso che ogni anno, tramite un sondaggio su instagram e facebook, elegge il comune più amato

"Road to Boiler Cup"

Chiamarsi Bioler, gruppo di ragazzi che con ironia trattano i temi di attualità riguardanti la Provincia di Sondrio, annunciano una nuova iniziativa, la "Road to Boiler Cup":

Si tratta di un viaggio attraverso tutti i 77 comuni della Provincia di Sondrio. Sabato 8 Maggio partiremo all'alba da Madesimo con tre automobili fornite da Autovittani, nostro sponsor e partner in questa avventura.

Dopo 17 ore di viaggio e quasi 500 chilometri di strade valtellinesi alle spalle arriveremo a Livigno, per poi ridiscendere a Bormio dove verremo accolti alle QC Terme, altro partner dell'iniziativa.
Per non compromettere la riuscita finale dell’impresa abbiamo pianificato tutto nei minimi dettagli, ma non è detto che sia sufficiente. Ogni minuto perso lungo la strada potrebbe essere fatale, e le strade valtellinesi non sono certo famose per la loro scorrevolezza.

Cronoprogramma

I ragazzi ci spiegano il loro crono programma:

Il venerdì sera alloggeremo a Campodolcino, da dove la mattina seguente partiremo alle 5.00 (per rispettare il coprifuoco) alla volta di Madesimo. Da li inizierà ufficialmente la nostra avventura e, dopo aver percorso la Valchiavenna, prevediamo di entrare in Valtellina verso le 7.00. Superata la costiera dei Cech e le vallate orobiche nel Morbegnese arriveremo in Valmasino intorno alle 12.00.
Continuando a risalire la valle gli orari previsti sono indicativamente: Castione 13.20, Chiesa 14.30, Sondrio 15.30, Aprica 17.20, Tirano 18.10 e Bormio 19.40. Una volta lasciata Bormio alle spalle ci attenderà l’ultima fatica, percorrere la Valdidentro in direzione Livigno, ultimo comune del nostro viaggio.

Come orario di arrivo limite ci diamo le 21.15, perché da qui dovremo poi ripartire per tornare a Bormio entro le 22.00.

2 minuti in ogni comune

Sarà infatti una toccata e fuga:

Per ogni comune abbiamo previsto una sosta di 2 minuti per fare una foto con il nostro boiler sotto al cartello, fare delle rapide riprese e fare firmare il boiler da qualche indigeno come testimonianza del nostro passaggio.

Il sindaco di Piuro ci porterà caffè e biscotti di Prosto alle 6 del mattino nello scenario suggestivo delle cascate dell’acquafraggia, il vicesindaco di Campodolcino si è proposto di incontrarci per un omaggio. Sarebbe bello se anche le istituzioni degli altri comuni si rendessero disponibili per venire a firmare il boiler lungo il tragitto.

Non c’è tempo per fermarsi

Un'appello ai followers:

Il nostro pubblico è invitato a non aspettarci in paese, dove non riusciamo a fermarci per via delle tempistiche ristrette, ma a salire in macchina e accompagnarci in carovana verso la nostra impresa (n.d.r. un po’ come ai matrimoni). Riunirsi in una grande macchinata che percorre le nostre valli può essere un momento di unione dopo tanto tempo (nel pieno rispetto delle norme covid, essendo ognuno sulla sua macchina), e può essere l’occasione di spingersi oltre ai soliti confini per visitare dei comuni di cui nemmeno si sapeva l’esistenza.

Premio Boiler Cup

E concludono:

Sui nostri canali social troverete tutte le informazioni necessarie per seguirci, una mappa delle strade che percorreremo e una tabella con gli orari previsti per il passaggio in ogni comune. Inoltre, su un apposito canale Telegram condivideremo la nostra posizione in tempo reale per tutta la giornata.
La domenica, dopo un po’ di meritato relax, ripartiremo da Bormio in direzione Talamona, dove finalmente potremo consegnare il trofeo nell’edizione 2020 della Boiler Cup: il boiler firmato da tutti i comuni.

Necrologie