Attualità
Fastidio

Un'équipe multidisciplinare per curare il dolore pelvico cronico

Quando il dolore persiste per molto tempo e con un'intensità tale da costringere la persona a modificare i propri comportamenti e le proprie emozioni per affrontarlo viene definito "sindrome del dolore pelvico cronico".

Un'équipe multidisciplinare per curare il dolore pelvico cronico
Attualità Sondrio, 04 Marzo 2022 ore 15:39

L'Asst offre un servizio dedicato a chi soffre di questa patologia che ha implicazioni sia fisiche che psicologiche

Fastidio

Un fastidio fisico persistente che causa sofferenza psicologica fino a costringere la persona a modificare i propri comportamenti: è il dolore pelvico che diventa sindrome quando si protrae per lungo tempo.

Mentalmente estenuante e spossante, spesso sottaciuto, può essere però affrontato e curato: l'invito è rivolto a chi ne soffre, principalmente donne, dall'Asst Valtellina e Alto Lario che nella concomitanza della Festa della donna lancia il nuovo servizio per la presa in cura di chi è affetta da questo disturbo.

Un progetto coordinato da un'équipe multidisciplinare di medici che punta su un approccio innovativo per affrontare e gestire una problematica che richiede lunghi trattamenti per essere risolta o quantomeno contenuta.

Sindrome del dolore pelvico cronico

Sono tre i passaggi fondamentali: riconoscere il dolore pelvico cronico, comunicarlo e curarlo. È un insieme di sintomi caratterizzato principalmente da dolore che interessa la sede pelvica e perineale e che può coinvolgere la regione lombare, i genitali esterni, l'inguine, il sacro-coccige e la radice delle cosce.

Quando il dolore persiste per molto tempo e con un'intensità tale da costringere la persona a modificare i propri comportamenti e le proprie emozioni per affrontarlo viene definito "sindrome del dolore pelvico cronico".

Il Cpp, com'è comunemente chiamato, acronimo di chronic pelvic pain, è uno dei problemi sanitari più comuni nella nostra società: una patologia altamente invalidante che incide pesantemente sulla qualità della vita della donna con importanti limitazioni che investono le relazioni personali, il lavoro e il tempo libero.

Può causare ansia, depressione, irritabilità, diminuzione dell'appetito, difficoltà del sonno e disfunzioni sessuali: per curarlo è necessario occuparsi non solo della causa del dolore ma anche delle sue conseguenze.

L'endometriosi, la vulvodinia, la malattia infiammatoria pelvica Pid, le sindromi del colon irritabile, della cistite interstiziale sono annoverate tra le cause del Cpp. Il medico cercherà di dare sollievo il più rapidamente possibile ma per un deciso miglioramento potrebbero essere necessari settimane o mesi, a seconda della gravità del caso. Durante la terapia il paziente dovrà quindi mantenere un atteggiamento positivo e paziente.

Il servizio offerto dall'Asst può contare sulla presenza di anestesista, ginecologo, urologo, fisiatra, ostetrica, psicologa, oncologo, chirurgo e neurochirurgo che lavorano in sinergia.

Sul sito internet www.asst-val.it, nella sezione "Per il cittadino", al link "Medicina di genere", si può scaricare la scheda di valutazione "Dolore pavimento pelvico" che dovrà essere compilata e inviata all'e-mail dedicata dolorecronico@asst-val.it. Un'esperta nella cura del dolore valuterà le risposte al questionario e prenderà contatto con l'utente per gestirla direttamente o indirizzarla all'équipe multidisciplinare presso l'Ospedale di Sondalo.

Il questionario è reperibile anche presso tutti i consultori aziendali dove l'utente potrà essere affiancato da un operatore nella compilazione. Per promuovere il servizio e divulgare tutte le informazioni è stato predisposto un opuscolo che si può scaricare dal sito internet allo stesso link del questionario.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie