Menu
Cerca
corsa rosa

Valchiavenna: A2A con il Consorzio Turistico per il Giro d'Italia

Installate quattro colonnine per la ricarica di e-bike a disposizione dei ciclisti amatori che raggiungeranno la Valle Spluga

Valchiavenna: A2A con il Consorzio Turistico per il Giro d'Italia
Attualità Valchiavenna, 29 Maggio 2021 ore 10:18

 

 

Alla vigilia dell'arrivo del Giro d'Italia in Valle Spluga si stanno ultimando gli allestimenti in vista dell'arrivo dei corridori e, prima ancora, degli appassionati di ciclismo, molti dei quali raggiungeranno il traguardo della tappa in sella alle loro biciclette già oggi. Tra i servizi a loro rivolti troveranno le quattro colonnine per la ricarica di e-bike e telefoni cellulari messe a disposizione e installate da A2A in luoghi strategici: a Montespluga, nei pressi degli hotel Posta e Vittoria; nel centro di Madesimo, presso l'Hotel Soldanella; nel centro di Campodolcino, nella piazza del Muvis; a Motta, presso l'Hotel Bucaneve.

 

Collaborazione

Soltanto la prima di una serie di iniziative nate dalla collaborazione tra Consorzio per la Promozione Turistica della Valchiavenna e A2A a sostegno della promozione del territorio in cui la multiutility è presente con otto centrali di produzione, sei dighe, un centinaio di chilometri di canali e condotte per il trasferimento dell'acqua perlopiù scavate nella roccia e invisibili dall'esterno.

In particolare, le centrali idroelettriche, per la varietà della tecnica costruttiva, impiantistica e architettonica, sono dei veri e propri monumenti, alcuni progettati da Giò Ponti: un patrimonio che merita di essere valorizzato e divulgato, per far comprendere l'importanza del settore nel passato e le sue prospettive future. A2A e Consorzio stanno programmando delle visite presso alcune centrali, con i tecnici dell'azienda quali guide, che verranno organizzate non appena l'emergenza covid sarà terminata. I visitatori potranno vedere da vicino come si produce l'energia verde più antica, ancora oggi la più importante d'Europa, e scoprire l'immensa potenza generata dalla forza dell'acqua che scende dalle nostre montagne.

Inoltre, lungo i sentieri che corrono paralleli ai canali e circondano i bacini verranno installati dei pannelli illustrativi per presentare gli impianti e descrivere l'attività che vi si svolge. Luoghi significativi che entreranno di diritto nell'offerta turistica della valle.

Corsa rosa

Non è casuale che la collaborazione si sia concretizzata in occasione dell'arrivo della corsa rosa.

≪Dopo Cancano, in Alta Valtellina, l'anno scorso, anche in questo 2021 il Giro d'Italia arriva in provincia di Sondrio: le montagne di Lombardia, ricche di fascino, portano con sé la peculiarità della produzione di energia rinnovabile scoprendo gli impianti idroelettrici, anche in Valle Spluga di proprietà di A2A - spiega il responsabile delle Relazioni istituzionali locali Area Nord Roberto Corona -. A partire dallo splendido lago artificiale che si vede al Passo Spluga, una rete sotterranea di canali alimenta nuovi bacini e centrali sottostanti. Isolato di Spluga, Isolato di Madesimo, Prestone a Campodolcino sono tutte in questa emozionante tappa, ma ce ne sono altre ancora in Valchiavenna che ci permettono di apprezzare l'energia verde, quella rinnovabile che arriva nelle nostre abitazioni≫.

≪Siamo grati a A2A per aver messo a disposizione le colonnine di ricarica - afferma il direttore del Consorzio Turistico Filippo Pighetti -, un servizio molto richiesto dai ciclisti che qualifica ulteriormente l'offerta del nostro territorio. Iniziamo da qui una collaborazione che ci consentirà di promuovere nuove iniziative, ampliando la nostra offerta turistica attraverso la valorizzazione degli impianti e del ruolo che svolgono nella produzione di energia rinnovabile e pulita. Una chiave di lettura diversa per comprendere il nostro territorio e apprezzare le sue peculiarità≫.

 

La produzione media annua degli impianti A2A in Valchiavenna è pari a circa un miliardo di kilowattora di energia rinnovabile trasmessa nei grandi centri urbani lombardi attraverso la rete di alta tensione nazionale, a coprire il fabbisogno di oltre 350 mila famiglie. La centrale più importante è quella di Mese.

Necrologie