Attualità
oltre 250 in valtellina

Venerdi' 14 gennaio sciopero degli autoferrotranvieri

Agitazione per chiedere il rinnovo del contratto di lavoro scaduto da oltre 4 anni.

Venerdi' 14 gennaio sciopero degli autoferrotranvieri
Attualità 13 Gennaio 2022 ore 13:48

 

E' stato proclamato dalle organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, CISAL e UGL uno sciopero di 4 ore delle lavoratrici e dei lavoratori del settore autoferrotranvieri per la giornata di venerdì 14 gennaio 2022.

Manca il rinnovo del contratto

Il Coordinatore FIT CISL Sondrio, Michele Fedele (in foto), sa sapere:

La mobilitazione, che va avanti oramai da quasi un anno e che ha già visto due scioperi nel corso del 2021, si rende necessaria in considerazione dell'inaccettabile atteggiamento delle controparti datoriali che si ostinano, in modo ostruzionistico, a non voler entrare nel merito della trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro scaduto addirittura nel 2017, cioè da oltre quattro anni.

E' da considerare che le lavoratrici e i lavoratori del settore autoferrotranvieri svolgono un'attività fondamentale per assicurare il diritto alla mobilità delle persone e, soprattutto in questi anni di pandemia, non hanno fatto mai mancare il loro lavoro, dimostrando impegno e abnegazione nonostante la forte esposizione al rischio di infezione. Peraltro, nella nostra provincia, gli oltre 250 addetti al settore svolgono un lavoro gravoso e di grande responsabilità, dovendo spesso condurre gli autobus in condizioni fortemente difficoltose date le note criticità inerenti la viabilità e le condizioni climatiche del territorio montano.

Riteniamo, dunque, assolutamente inaccettabile l'atteggiamento delle controparti datoriali ANAV, ASSTRA e AGENS che, nonostante siano trascorsi oltre 4 anni dalla scadenza, si ostinano a non voler rinnovare il contratto di lavoro, penalizzando le lavoratrici e i lavoratori autoferrotranvieri che vedono il loro salario bloccato da troppi anni e ciò, peraltro, assume una connotazione di maggiore gravità se si considera che le aziende del trasporto pubblico locale hanno ricevuto nell'ultimo anno ingenti finanziamenti pubblici.

 

Necrologie