Attualità
Fede

Venerdì due momenti di preghiera al Santuario della Sassella

La sera la messa solenne presieduta dal vescovo Oscar Cantoni.

Venerdì due momenti di preghiera al Santuario della Sassella
Attualità Sondrio, 22 Marzo 2022 ore 14:38

Dal 1476 è documentato che l’arciprete di Sondrio fosse solito celebrare o, come si diceva un tempo per le occasioni più importanti, cantare Messa nella chiesa della Sassella per la solennità liturgica dell’Annunciazione del Signore.

Un uso confermato anche dalla transazione con cui, nel 1551, i custodi della chiesa si impegnarono a dare all'allora arciprete Bartolomeo Salis mezza brenta di vino al posto dei sedici soldi che in precedenza si era soliti offrirgli in occasione della festa dell’Annunciazione. L’arciprete, in cambio, si assunse l’onere di andare, o mandare con la processione, a cantare Messa alla Sassella per quella festa in perpetuo.

Venerdì due momenti di preghiera al Santuario della Sassella

Anche quest’anno l’usanza sarà rinnovata. E venerdì 25 marzo 2022, nella solennità dell’Annunciazione, l’attuale arciprete di Sondrio, don Christian Bricola, presiederà la Messa al santuario di Santa Maria della Sassella, Porta della Misericordia, alle 10. La celebrazione sarà preceduta, alle 9.30, dalla recita del rosario. Agli stessi orari, dallo scorso autunno, in santuario vengono celebrare tutte le memorie e le feste mariane inserite nel calendario liturgico.

La sera di venerdì sarà poi il vescovo della Diocesi di Como, monsignor Oscar Cantoni, a presiedere nuovamente una Messa solenne, alle 21. La liturgia sarà celebrata rigorosamente a porte chiuse, visti gli spazi limitati della chiesa e la necessità di prendervi posto nel rispetto delle norme anti Covid. Vi parteciperanno, oltre ai sacerdoti concelebranti, esclusivamente un piccolo gruppo di cantori e il più nutrito gruppo di volontari – una trentina – che da mesi assicurano l’apertura della chiesa ogni sabato e domenica, garantendo l’accoglienza ai pellegrini che continuano a giungervi incessantemente.  (diretta su Tsn e sul canale YouTube del Settimanale della Diocesi di Como a questo link https://youtu.be/7RPhisx_ORw)

Un anno fa l'erezione a Santuario diocesano

Monsignor Cantoni tornerà alla Sassella un anno dopo aver eretto nell’antico luogo di culto un santuario diocesano. Nell’apposito decreto canonico, il Vescovo espresse la volontà di offrire «alla Chiesa un terzo santuario diocesano volto a richiamare la nostra attenzione, fin dal nome, sul dono della Misericordia di Dio, di cui siamo chiamati a essere testimoni e annunciatori, che deve guidare i nostri passi». E invitò «l’intera Chiesa di Como, da secoli aralda della Divina Misericordia, a guardare con fede e affetto» al nuovo santuario diocesano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie