Cronaca
L'emergenza

Al Morelli preoccupano i 12 ricoveri in un solo giorno

Registrato un solo decesso e 12 dimissioni.

Al Morelli preoccupano i 12 ricoveri in un solo giorno
Cronaca Alta Valle, 16 Aprile 2020 ore 15:06

I dati aggiornati alle 10 di questa mattina, giovedì 16 aprile 2020, sull'attività del Morelli ospedale Covid-19 evidenziano un solo decesso, una donna, e 12 dimissioni, in linea con il giorno precedente. A cambiare, in negativo sono i ricoveri, passati da due a 12, un numero ancora alto a oltre un mese e mezzo dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Si conferma invece la tendenza positiva nella terapia intensiva dove i pazienti sono scesi a 14.

Un'alta percentuale di dimessi resta però al Morelli

Una buona percentuale dei pazienti dimessi rimane al Morelli nel reparto di Degenza di sorveglianza aperto all'inizio della settimana al padiglione 4: attualmente risultano ricoverate 25 persone, nove in più rispetto al dato di ieri. Entro pochi giorni si renderà necessario aprire anche i due piani del padiglione 6 già predisposti per un totale di 60 posti letto destinati a pazienti cosiddetti "paucisintomatici", ovvero con lievi sintomi, e soprattutto ancora positivi al coronavirus che sono obbligati all'isolamento e che necessitano di assistenza. Nei casi in cui nella propria abitazione non sussistono queste due condizioni, i pazienti rimangono al Morelli per tutto il tempo necessario, generalmente dalle due alle quattro settimane, fino a quando non risulteranno negativi.

I tamponi effettuati da Asst sono più di mille

Anche nella giornata di ieri è proseguita a pieno ritmo l'attività degli operatori dell'Asst che eseguono i tamponi nei Pronto soccorso, negli ambulatori mobili con il sistema "drive through" e a domicilio: ieri sono stati quasi 200 i test per un totale complessivo di 2673 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Ad oggi i risultati positivi sono 1006, tra i quali rientrano i tamponi effettuati più volte alla stessa persona.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie