Tirano

Anziani meno soli a Tirano

Il Balilla Pinchetti realizza un progetto di alternanza scuola lavoro.

Anziani meno soli a Tirano
Cronaca Tiranese, 15 Dicembre 2020 ore 07:19

Solidarietà.

Anziani meno soli a Tirano

Per il terzo anno consecutivo l’Istituto Superiore Balilla Pinchetti realizza un progetto di alternanza scuola lavoro con l’Avo – Associazione Volontari Ospedalieri Valtellina e Valchiavenna e la Casa di riposo Città di Tirano. E’ nata l’idea di uno scambio dove anche gli ospiti e le ospiti della Casa di riposo abbiano occasioni per raccontare momenti della loro esperienza passata e comunicare quali siano i loro interessi. Studenti e studentesse entreranno in contatto con loro utilizzando le moderne tecnologie e proponendo video, interviste a tema, collegamenti on line e videochiamate, mentre gli anziani potranno lasciare ai ragazzi i loro ricordi e racconti di vita.

Porta

Così il presidente della Casa di riposo, avvocato Mario Porta: “Il coinvolgimento dei nostri ospiti anziani, ricchi di esperienze, da parte di giovani studenti entusiasti di conoscerle direttamente dalla loro voce, anche se filtrata dalla virtualità, rappresenta un importante momento di confronto anche per comprendere e distinguere il momento attuale pur critico da quello certamente peggiore vissuto dai nostri anziani quando erano giovani, quando ad esempio i termini che oggi con certa leggerezza usiamo quali “coprifuoco” avevano ben altro significato e conseguenze”.

Russo e Natta

“In questo momento di emergenza sanitaria, riteniamo ancora più importante dare rilievo ai valori di vicinanza, comunità, collaborazione” continua la professoressa Rossana Russo, dirigente del Pinchetti.  Poi Marino Pozzi, presidente dell’Avo: “Il coronavirus ci ha fatto capire e riscoprire la necessità di tornare a guardare con “occhi” più genuini le persone ma anche il mondo che ci circonda. Riscoprire la bellezza di un saluto, di un sorriso, di un’attenzione particolare, alimenta in noi il desiderio di essere solidali. Questo nostro nuovo guardare, ci permette meglio di capire le parole che si dicono e alimentano”. Infine l’assessore al Sociale Doriana Natta: “Esprimo un sincero apprezzamento per questa bella iniziativa che vede ancora una volta coinvolti gli studenti del Pinchetti, la Rsa e l’Avo”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità