Livigno

Approvato il progetto definitivo per la nuova pista ciclabile a Trepalle

Lo spiega il vicesindaco Galli.

Approvato il progetto definitivo per la nuova pista ciclabile a Trepalle
Cronaca Alta Valle, 30 Dicembre 2020 ore 07:51

Si parte.

Approvato il progetto definitivo per la nuova pista ciclabile a Trepalle

Ambiente e vivibilità per residenti e turisti. Compie un passo dietro l’altro l’amministrazione di Livigno guidata dal sindaco Damiano Bormolini, che soprattutto grazie al lavoro incessante del vicesindaco Remo Galli, impegnato su un duplice fronte, essendo anche assessore e presidente del consiglio direttivo della Comunità montana Alta Valtellina, riserva buone notizie. E’ stato infatti approvato nei giorni scorsi durante la seduta di giunta dell’ente comprensoriale, il progetto definitivo relativo al lotto della nuova pista ciclabile a Trepalle, con annesso sottopasso alla statale 301 del Foscagno.

Commento

“Un’opera davvero fondamentale – dice Galli – del costo di 500 mila euro, finanziata per due terzi dal Comune di Livigno e per un terzo dalla Cm che permetterà di unire la nuova ciclabile realizzata qualche hanno fa (la prima per la frazione) con strada di Vallaccia che conduce all’omonimo passo in direzione della Val Viola, meta di escursionisti e proprietari di baite della zona, solitamente più popolata in primavera e estate, valle laterale e periferica a Livigno, pregevole dal punto di vista naturalistico perché dimora preferita del piviere tortolino, specie rara e per questo protetta”.

I sentieri

Ancora il vicesindaco Galli: “I sentieri di Trepalle diventeranno un’attrattiva turistica; la nostra intenzione è valorizzarli, rendendoli fruibili all’utenza, e soprattutto metterli in sicurezza affinchè possano essere percorsi non solo da ciclisti ma anche da mamme con passeggini e bambini; il nuovo tracciato infatti, cui l’amministrazione tiene particolarmente, permetterà di collegare il campo giochi con la strada di Vallaccia senza dover attraversare la statale. Il nostro obiettivo è quello di dare inizio ai lavori nella primavera del 2021”.

Condividi