Turismo

Aprica, le alternative allo sci

Tutto è pronto.

Aprica, le alternative allo sci
Cronaca Tiranese, 17 Dicembre 2020 ore 07:27

In vista del Natale.

Aprica, le alternative allo sci

Nell’attesa dell’apertura degli impianti sciistici fissata al 7 gennaio 2021, Aprica è già pronta ad accogliere gli amanti della neve e non solo. Per garantire un ulteriore livello di protezione agli ospiti che soggiorneranno in Aprica, il Comune ha coinvolto gli attori del territorio per trasformare questo inverno in un momento di ripartenza per tutti: cittadini e ospiti. Un risultato possibile grazie a “Protocollo Ok”: un programma di formazione rivolto a tutti gli operatori turistici, che oggi sono pronti ad accogliere i turisti in massima sicurezza, applicando al meglio le norme e i regolamenti straordinari per fronteggiare la pandemia di covid-19.

Ciaspole

I 9 percorsi per le ciaspole partono comodamente dal paese oppure sono facilmente raggiungibili in auto o navetta dalla Riserva Naturale di Pian di Gembro e da Trivigno. L’anello “La Corna” – Sentiero del Bosco gentile è un itinerario semplice senza troppe difficoltà tecniche, che offre all’escursionista degli incredibili panorami sulla Valtellina e sulle Alpi Retiche; l’anello “S. Pietro di Corteno Golgi – Bratte – Colonia” – Sentiero “Le Bratte” invece è immerso tra magici boschi di abete e larice, da cui è possibile osservare una splendida vista su Aprica, la Riserva Naturale di Pian di Gembro e sul Monte Padrio.

Fondo

Agli amanti degli sci stretti, invece, Aprica riserva 2 anelli di sci di fondo con diversi livelli di difficoltà: l’area del fondo di Pian di Gembro gode di un clima piacevole anche nelle giornate invernali più fredde, il percorso di 3 km è consigliato per i principianti ma è un ottimo allenamento anche per i più esperti; il magico silenzio della natura a Trivigno, invece, invita a praticare lo sci di fondo su una spettacolare pista di 7 km di cui due varianti di km 2,5 e 4,5, in perfetta sintonia con l’ambiente e la natura circostante.

Superpanoramica

A chi proprio non riesce a rinunciare alla salita, la località montana offre anche 3 tracciati di scialpinismo. La grande protagonista della stagione, però, sarà la pista Superpanoramica del Baradello, che da quest’anno grazie a 300 proiettori posizionati lungo il tracciato diventa la pista illuminata più lunga e facile d’Europa e ogni venerdì sera dall’8 gennaio fino al 26 febbraio 2021 resterà aperta esclusivamente per gli scialpinisti, dalle 17.15 alle 21.00 al costo di 5 euro. Nel mese di dicembre e a inizio dell’anno nuovo ci saranno sei aperture straordinarie della pista: 19, 23, 27, 30 dicembre 2020 e 2, 4 gennaio 2021. Inoltre, nel periodo natalizio sarà attivo per i viaggiatori un servizio navetta da Aprica verso Pian di Gembro – Trivigno, nel rispetto delle normative vigenti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità