A Tirano

Commercio, il Comune aiuta gli operatori

Tutto per ripartire.

Commercio, il Comune aiuta gli operatori
Tiranese, 21 Maggio 2020 ore 06:00

Le iniziative.

Commercio, il Comune aiuta gli operatori

In vista della riapertura di lunedì scorso, il Comune di Tirano ha varato dei provvedimenti per andare incontro alle criticità segnalate dai commercianti e in particolare degli esercizi pubblici. La giunta ha approvato tre agevolazioni e posto le premesse per una quarta a fine anno, cercando così di rispondere al bisogno di tante attività di contenere i costi di gestione, ma anche di preservare la capienza dei locali. Le tassazioni comunali TOSAP (occupazione suolo pubblico) e ICP (imposta sulla pubblicità) non saranno dovute per l’intero anno 2020 e a chi le avesse già pagate verranno restituite. Chi corrisponde un canone d’affitto al Comune di Tirano, godrà di una sospensione dei pagamenti fino al 1° agosto 2020.

Provvedimento

Un ulteriore provvedimento importante per compensare la perdita di posti a sedere/coperti è quello che permette di ampliare l’occupazione esterna fino a una superficie di 120 mq (entro comunque il limite del numero di tavoli preesistente) che potrà essere realizzata anche in spazi non adiacenti al proprio locale (sarà obbligatorio il nulla osta di altre attività, se l’occupazione fosse antistante). Per accelerare le richieste e le autorizzazioni, gli uffici hanno predisposto un modulo di richiesta che può essere presentato in via telematica dando la possibilità di autorizzare in giornata le occupazioni già previste lo scorso anno e nel giro di tre giorni quelle ex-novo, salvo necessità di sopralluoghi preventivi. La quarta agevolazione, non ancora quantificata di preciso in attesa di conoscere le normative nazionali, riguarda la TARI (tassa sui rifiuti) che l’amministrazione comunale intende abbattere in modo sensibile, anche utilizzando l’avanzo di bilancio.

Kit

Parallelamente alle misure fiscali, il Comune predisporrà un semplice kit di dispositivi che verranno consegnati a partire dalla prossima settimana ad ogni attività: un set di mascherine per clienti (chirurgiche) e operatori (ffp2) e una colonnina per il dispenser disinfettante, come segno di accompagnamento alla ripartenza. Come richiesto da molti esercizi pubblici, la Polizia locale procederà ai sopralluoghi preventivi per assicurare ai gestori e la clientela che la disposizione degli arredi corrisponda alle nuove prescrizioni della Fase 2.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia