Cronaca
Carabinieri

Controlli a tappeto nel weekend, cinque denunce

Quattro persone sono finite nei guai per essersi messe alla guida dopo aver bevuto, una per aver preso a calci l'auto dei militari.

Controlli a tappeto nel weekend, cinque denunce
Cronaca Tiranese, 26 Ottobre 2021 ore 13:38

Nel fine settimana appena trascorso, 23 e 24 ottobre 2021, la Compagnia Carabinieri di Tirano – nell’ambito di una pianificazione di mirati servizi disposti da questo Comando Provinciale - ha intensificato i controlli atti alla prevenzione e repressione delle violazioni al Codice della Strada, in particolare per contrastare il fenomeno della guida di autoveicoli sotto effetto di sostanze stupefacenti e in stato di ebbrezza alcolica, nonché al controllo dei soggetti sottoposti a misure alternative della privazione della libertà personale, quali arresti domiciliari e detenzione domiciliare.

I controlli dei Carabinieri di Tirano

Nel servizio sono state impiegate 10 pattuglie dell’Arma che hanno sottoposto a controllo complessivamente 102 persone e 61 autoveicoli. Nel corso dei servizi, oltre ad aver controllato 16 esercizi pubblici, sono stati eseguiti 21 accertamenti mediante apparecchiatura etilometrica che ha permesso di denunciare a piede libero 4 persone per la violazione dell’art. 186 comma 2 del Codice della Strada (guida sotto l’influenza dell’alcool).

Inoltre, due giovani sono stati trovati in possesso di sostanza stupefacente del tipo marijuana ed hashish e pertanto segnalati ai Prefetti di competenza quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Durante il servizio sono state complessivamente elevate 7 contravvenzioni al Codice della Strada con decurtazione di 30 punti ed il ritiro di 5 patenti di guida e una carta di circolazione e il sequestro finalizzato alla confisca di una autovettura.

Prende a calci l'auto dei Carabinieri

Un 34enne di origini nordafricane residente nel tiranese, è stato invece denunciato all’Autorità Giudiziaria per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nonché per danneggiamento. L'uomo, controllato in un esercizio pubblico in quanto stava infastidendo i clienti, ha dapprima opposto resistenza ai militari e successivamente danneggiato con calci e pugni la vettura dell’Arma mentre veniva accompagnato in caserma per ulteriori controlli. Dato il suo stato di profonda agitazione – verosimilmente per assunzione smodata di sostanze alcoliche o stupefacenti – è stato quindi trasportato, ad opera dei sanitari del 118 intervenuti, presso il nosocomio di Sondrio per le cure del caso.

Necrologie