Cronaca
La pandemia

Covid-19: salgono a 107 i pazienti in cura, ci sono anche bambini ricoverati

In Pediatria i bimbi positivi vengono trattenuti per qualche giorno per monitorare l'evoluzione della malattia.

Covid-19: salgono a 107 i pazienti in cura, ci sono anche bambini ricoverati
Cronaca Alta Valle, 21 Gennaio 2022 ore 15:54

I pazienti covid-19 in cura all'Ospedale Morelli hanno superato la soglia di 100: un peggioramento della situazione ampiamente atteso fin dalle scorse settimane. Il dato incoraggiante viene però dai nuovi ricoveri: la media giornaliera, superiore a 20 la settimana scorsa, è scesa a 10, anche se il saldo fra ricoveri e dimissioni rimane negativo. Nel totale di 107 rientrano sia i pazienti affetti da covid-19, molti dei quali in condizioni serie, ma anche coloro i quali sono in cura per altre patologie e sono risultati positivi. Alcuni di questi ultimi non sono ricoverati nei reparti covid-19 del Morelli bensì negli altri presidi di Sondrio, Chiavenna e Morbegno.

Covid-19: ricoverati anche bambini

Si susseguono anche i ricoveri dei bambini positivi, anche molto piccoli, presso la Pediatria dell'Ospedale di Sondrio: i sintomi sono fortunatamente lievi ma rimangono in osservazione per qualche giorno allo scopo di monitorare l'evoluzione della malattia. La pressione sul sistema sanitario provinciale continua ad essere molto forte: una situazione che è all'origine della riorganizzazione delle attività decisa nelle scorse settimane.

Saporito: "L'auspicio è che rallenti ulteriormente il ritmo dei ricoveri"

"L'auspicio è che rallenti ulteriormente il ritmo dei ricoveri - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito-: il nostro personale sta svolgendo un lavoro straordinario per garantire le migliori curi agli ammalati e alti standard per quanto riguarda la campagna vaccinale e i tamponi. Con grande senso di responsabilità i nostri dipendenti hanno accettato spostamenti e nuove mansioni: ci aspettiamo che i cittadini si comportino allo stesso modo sottoponendosi al vaccino e adottando le misure di sicurezza per contenere la diffusione del contagio. L'impegno deve essere di tutti per uscire prima possibile da questa situazione".

Seguici sui nostri canali
Necrologie