sondrio

Da domani l’AgriMercato si sposta in piazza Garibaldi

La nuova sede sarà operativa per sei mesi durante i lavori in piazza Cavour.

Cronaca Sondrio, 18 Marzo 2021 ore 15:08

Da piazza Cavour a piazza Garibaldi: un temporaneo trasferimento, a partire da domani, venerdì 19 marzo 2021, e fino al prossimo mese di settembre, interessa l’appuntamento fisso del venerdì con l’AgriMercato di Campagna Amica (invariato, invece, quello di sabato nella struttura coperta di piazza Bertacchi, di fronte alla stazione): lo spostamento si rende necessario in conseguenza dei lavori che, nel prossimo semestre, andranno a interessare proprio la centralissima piazza Cavour.

L’AgriMercato del venerdì e la rete degli agricoltori

"L’AgriMercato del venerdì è parte, con Campagna Amica, della più ampia rete di vendita diretta europea gestita direttamente dagli agricoltori”, rimarca Silvia Marchesini, presidente di Coldiretti Sondrio. Oltre al duplice appuntamento a Sondrio, i produttori di Campagna Amica danno vita anche ai mercati agricoli di Morbegno (via V Alpini, il giovedì) Tirano (viale Cappuccini/Piazza delle Torr, sempre il giovedì). E Bormio (piazza Cavour, ogni due domeniche).

Al Mercato in piazza Garibaldi, come sempre, i consumatori potranno trovare un’ampia gamma di prodotti tipici, come brisaola, formaggi vaccini e caprini, yogurt, latticini, carne, pesce da acquacoltura valtellinese, pane di segale, uova, confetture, conserve, succhi di frutta, dolci, verdura e frutta, tra cui ovviamente le mele.

I mercati e i prodotti a chilometro zero

I Mercati provinciali di Campagna Amica che si svolgono nel comprensorio provinciale sono gestiti dall’Associazione AgriMercato che associa i produttori della provincia di Sondrio, tutti aderenti a Campagna Amica e uniti da un principio fondante: agevolare i consumatori nel fare la spesa in modo sostenibile e responsabile, acquistando prodotti agricoli di stagione, selezionati con cura, sempre freschi e di origine italiana garantita.

E così, anche a Sondrio si opera attraverso principi chiave come la rintracciabilità, la valorizzazione della filiera corta e la promozione dei prodotti tipici del territorio valtellinese e chiavennasco: principi garantiti anche nel difficile tempo di pandemia in cui, anzi, la presenza dei Mercati Agricoli offre ai consumatori la possibilità di fare la spesa in sicurezza e “a chilometro zero”.

Necrologie