Tirano

Dall’amianto alla struttura polivalente

Via al cantiere su un’area le cui costruzioni risalivano agli anni sessanta.

Dall’amianto alla struttura polivalente
Cronaca Tiranese, 29 Marzo 2021 ore 07:08

Il consiglio provinciale lunedì 22 marzo ha approvato all’unanimità lo schema di convenzione tra la Provincia stessa ed il Comune di Tirano funzionale alla prossima partenza dei lavori di costruzione della nuova palestra dell’Istituto Ipia Pinchetti di Tirano in area ex Foro Boario, lavoro atteso da decenni.

La nuova realizzazione, oltre che dotare l’istituto scolastico e la cittadinanza di una nuova struttura polivalente, si inquadra in un importante riassetto complessivo di una area di notevole dimensione ove sono già state demolite tutte le strutture esistenti che presentavano coperture in amianto e contestualmente alla nuova struttura è prevista la realizzazione di una nuova viabilità di connessione tra via Porta Milanese e via della Giustizia e la rinaturalizzazione di una area di notevole dimensione a funzione di verde pubblico.

Spada

"Con la realizzazione della tangenziale di Tirano - così il sindaco Franco Spada - tale area sarà una delle viste privilegiate di Tirano dalla viabilità principale e terminale occidentale di particolare pregio della città". Per la nuova palestra Ipia Pinchetti in area Foro Boario i lavori erano stati aggiudicati dalla Provincia di Sondrio in data 30-10-2020. La realizzazione dell’importante edificio è stata assegnata al raggruppamento d’impresa composto dalle ditte MIDA srl di Sondrio di Davide Bettini e Michele Rigamonti e alla Rainoldi Legnami srl di Castione Andevenno.

Dunque via alle opere di una nuova importante struttura sportiva per i ragazzi delle scuole e per l’intera comunità. Oltre all’importante doppio utilizzo della palestra, si evince che la struttura ha particolari pregi architettonici e sarà a basso impatto ambientale. Tasselli questi ultimi che sicuramente contribuiranno ad abbellire una zona che necessita di nuovo decoro urbano. Dunque un’area comunale le cui costruzioni risalivano agli anni sessanta, che avrà un nuovo lustro e meritata riqualificazione.

Ma si guarderà anche alla storia di quello che era l’antico borgo e la sue vie storiche. Come detto si ristabilirà anche l’antico collegamento tra la via Porta Milanese e via della Giustizia, che nei secoli passati era la strada principale di accesso a Tirano.

Necrologie