Villa di Tirano

Elezioni a Villa, accordo Marantelli-Scarsi: per la prima volta si va verso la lista unica

Clamoroso scenario dopo decenni di contrapposizioni politiche e ideologiche.

Elezioni a Villa, accordo Marantelli-Scarsi: per la prima volta si va verso la lista unica
Cronaca Tiranese, 16 Agosto 2021 ore 06:30

Si vota il 3 e 4 ottobre 2021 per le elezioni amministrative che coinvolgeranno anche la realtà di Villa di Tirano. In realtà le elezioni avrebbero dovuto essere in primavera, ma il covid ha scombussolato tutte le carte. La cosa certa è che mai nella storia di Villa, e probabilmente di ogni altro paese, delle elezioni amministrative erano state meno sentite dalla gente e dai candidati stessi. Lo scenario è abbastanza mesto. A parte la boutade dello scorso inverno in cui un gruppo di amici annunciava la nascita della lista Vill’Allegra, certamente carica di motivi di dissenso ma oggettivamente difficile da mettere insieme, nulla, ma veramente nulla, si è mosso. Quello era stato anche un tentativo di provare a smuovere le acque e vedere se c’erano persone disposte a mettersi in campo. Nulla da fare. E quindi? E quindi la nave va. La nave targata Franco Marantelli veleggia verso una candidatura solitaria e una praticamente ovvia riconferma. La Stella Alpina amministra Villa di Tirano praticamente dal dopoguerra e così farà anche nei prossimi cinque anni, stavolta addirittura senza una minoranza.

Scarsi

Già, perchè la squadra di Stefano Scarsi ha annunciato di voler entrare nel "ventre della balena", cioè nella lista della Stella Alpina, "per portare avanti le idee del compianto Mauro Negri dall’interno". E dal canto suo la squadra di Monica Manoni e Antonino Zappalà non sembra intenzionata a provare per la terza volta consecutiva una partita che ha sempre perso. Ci sarà quindi solo la Stella Alpina sulla scheda elettorale dei villaschi il 3 e 4 ottobre? Probabilmente sì, e sarà questa squadra, che a detta del sindaco Marantelli non si è ancora trovata per affrontare l’argomento elezioni, a gestire l’arrivo della tangenziale di Tirano a devastare la piana dei frutteti, per dire solo una delle tante gatte da pelare che ci saranno a Villa nei prossimi cinque anni. Intanto è il momento degli asfalti, come ogni elezione che si rispetti deve essere preceduta dal rifacimento delle strade, che in questo periodo a Villa fanno davvero paura. In quel senso almeno le elezioni servono a qualcosa.

Necrologie