Coronavirus

Firmato il nuovo Dpcm, si prospetta un nuovo lockdown

Oggi si saprà se la Lombardia sarà inserita in zona rossa.

Firmato il nuovo Dpcm, si prospetta un nuovo lockdown
Sondrio, 04 Novembre 2020 ore 07:20

Il premier Giuseppe Conte ha firmato nella notte il nuovo Dpcm. L’Italia è divisa in tre zone (Rossa, Arancione, Verde) a seconda della gravità dell’epidemia. Soltanto nella giornata di oggi, mercoledì 4 novembre 2020, si avrà la certezza su quali regioni saranno inserite in zona Rossa, quella che prevede un lockdown anche se meno stringente rispetto a quello della corsa primavera. La Lombardia dovrebbe rientrare in questa fascia. La decisione spetta al Ministero della Sanità sulla base di alcuni parametri scientifici che tengono conto dell’indice Rt di trasmissione del virus e della sofferenza degli ospedali.

Le regole del nuovo Dpcm per le zone verdi

Le nuove norme entreranno in vigore domani, giovedì 5 novembre 2020, e avranno validità fino al 3 dicembre. In tutta Italia scatterà il coprifuoco dalle 22 alle 5 della mattina seguente. Per uscire di casa in questa fascia oraria servirà l’autocertificazione. E’ consentito lasciare la propria abitazione solo per motivi di lavoro, necessità o salute. Le altre regole di fatto sono già attive in Lombardia dopo l’ordinanza del governatore Attilio Fontana di una decina di giorni fa: chiusura dei centri commerciali nel weekend, didattica a distanza alle superiori, chiusura di ristoranti e bar alle 18. In aggiunta arriva lo stop ai concorsi, ad eccezione di quelli per l’assunzione di personale sanitario.

Regione più stringenti nelle zone arancioni e rosse

Ben più stringenti sono le norme per le zone arancioni e rosse, quelle in cui rientrerà la Lombardia (la previsione è che sia inserita in zona rossa).
Nelle zone arancioni sarà vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, dalla Regione (salvo che per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza). Saranno consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza quando è consentita e sarà consentito il rientro nel proprio domicilio o nella propria residenza;  sarà vietato ogni spostamento in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio Comune; saranno sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.
Nelle zone rosse sarà vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla Regione e anche all’interno del territorio stesso (sempre salvo necessità e urgenza); saranno chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari; sarà chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio o asporto fino alle 22; saranno sospese le attività sportive, anche svolte nei centri sportivi all’aperto; sarà tuttavia consentito svolgere individualmente attività motoria (passeggiate) in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina; è inoltre consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale; l’attività scolastica sarà in presenza per scuola dell’infanzia, elementare e prima media, mentre dalla seconda media alla quinta superiore sarà attivata la didattica a distanza.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia