Cronaca
Soccorsi in azione

Giornata da incubo sulle piste da sci, oltre trenta interventi di soccorso

Nel primo pomeriggio sono stati impiegati contemporaneamente ben tre elicotteri.

Giornata da incubo sulle piste da sci, oltre trenta interventi di soccorso
Cronaca Alta Valle, 06 Gennaio 2023 ore 17:52

Quella di oggi, venerdì 6 gennaio 2023, è stata una giornata da incubo sulle piste da sci. E di superlavoro per il personale che si occupa dei soccorsi, compresi i carabinieri e i poliziotti sciatori che fanno servizio nelle skiarea di Valtellina e Valchiavenna. E c'è stato un momento in cui sono stati impiegati contemporaneamente ben tre diversi elicotteri.

Giornata da incubo sulle piste da sci, oltre trenta interventi di soccorso

Complice la giornata festiva dell'Epifanie e condizioni meteo perfette, oltre alla preparazione delle piste e alla fruibilità di tutti i tracciati, le località sciistiche sono state letteralmente prese d'assalto dagli appassionati. Per molti di loro, oltre trenta, la giornata si è però conclusa in ospedale a causa di cadute particolarmente serie, tali da costringere i soccorritori a intervenire.

Come detto, c'è stato un momento in cui la centrale operativa del servizio di emergenza e urgenza sanitaria ha dovuto fare ricorso a tre elicotteri contemporaneamente. E' accaduto attorno alle 14 quando sono stati mobilitati, oltre a quello di Sondrio, anche quelli di Brescia e Milano. Il primo, che è di base a Caiolo, è intervenuto nella skiarea della Valchiavenna per un 28enne vittima di una caduta pochi istanti prima delle 14. Quasi contemporaneamente una donna di 37 anni si è sentita male sempre a Madesimo e in quel caso è stato chiesto l'intervento dell'eliambulanza di Milano. Erano invece le 14.20 quando è scattato il terzo allarme, questa volta a Livigno dove uno sciatore era caduto procurandosi ferite. Nel piccolo Tibet è intervenuto l'elicottero di Brescia.

Oltre trenta gli interventi complessivi

Sono stati oltre trenta gli interventi con quasi quaranta sciatori coinvolti in cadute. I soccorritori, oltreché a Madesimo e Livigno, hanno operato anche ad Aprica, in Valdidentro nella skiarea di Bormio, a Santa Caterina Valfurva. Fortunatamente, nonostante il gran numero di incidenti, gli sciatori coinvolti non hanno riportato ferite particolarmente preoccupanti, tanto che sono stati tutti portati in ospedale in codice verde o giallo, vale a dire simbolo di traumi di lieve o media gravità.

(foto di copertina d'archivio)

Seguici sui nostri canali
Necrologie