Giornata mondiale della torta: crostata di grano saraceno ai mirtilli

Ideale per la colazione ma anche per la merenda.

Giornata mondiale della torta: crostata di grano saraceno ai mirtilli
Cronaca 23 Gennaio 2019 ore 18:11
Foto di www.ilfiordicappero.it

Oggi, 23 gennaio, è la Giornata mondiale delle torte. O almeno, una delle (tante) Giornate mondiali dedicate alle torte che, ormai è chiaro, rappresentano sostanzialmente una bellissima scusa per affogare i sensi di colpa post-natalizi quando ci si mette ai fornelli.

Crostata di grano saraceno ai mirtilli

Anche se può apparire semplice e rustica, la torta di grano saraceno ai mirtilli è molto buona e rappresenta una vera e propria istituzione per la gastronomia valtellinese. IL dolce avrebbe bisogno di mirtilli freschi ma è possibile farla anche usando della confettura. E’ ottima da gustare per colazione ma anche per merenda va benissimo. Ci sono diverse versioni della ricetta, noi vi proponiamo la seguente.

Ingredienti

250 g farina di grano saraceno
200 g farina di grano tenero 0 (sostituibili anche con farina di mandorle, per versione glutenfree ma non solo!)
200 g burro
200 g zucchero di canna
2 uova
un pizzico di sale
400 g confettura extra di mirtilli neri (o mirtilli freschi e circa 60 g di zucchero di canna)
zucchero a velo per la superficie

Ricetta

In un contenitore mischiare le farine setacciate con il burro, lo zucchero, le uova, il pizzico di sale. Una volta pronto l’impasto va appallottolato e rivestito con la pellicola. Il panetto deve riposare in frigorifero almeno una o due ore. Inseguito occorre stendere 2/3 della pasta sulla tortiera, precedentemente imburrata e infarinata (o coperta di carta forno). Sulla pasta stesa e sistemata sulla tortiera, adagiare la confettura di mirtilli neri e livellatela bene oppure se avete mirtilli freschi, occorre lavarli, asciugarli bene, versarli nella torta e spolverizzarli di zucchero di canna. Prendere l’impasto rimasto e stenderlo sulla marmellata o i mirtilli chiudendo bene i bordi, creando un cordolo. Infornare il tutto a 180°C, statico, cuocere per 45 minuti. Lasciare raffreddare e servite spolverizzando con lo zucchero a velo. Si può accompagnare con panna montata, crema pasticciera o gelato.

Scopri le ricette del territorio

LECCO: LA TORTA RESEGONE
REGINA DELLA BRIANZA: LA PAESANA
COMO: LA PAPINA CABIATESE
TREVIGLIO: LA TURTA DE TREI’
MANTOVA: LA SBRISOLONA
NOVARA: L’ANTICO DOLCE DELLA CATTEDRALE
VERONA: LA TORTA RUSSA
CHIVASSO: PERE E CIOCCOLATO
BRESCIA: BOSSOLA

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli