Cronaca
Il fatto

Giovane valtellinese accoltellato a Roma, è grave

Il presunto assalitore è stato fermato ed è accusato di tentato omicidio.

Giovane valtellinese accoltellato a Roma, è grave
Cronaca Sondrio, 03 Gennaio 2023 ore 07:57

Un ragazzo originario della nostra provincia è grave dopo essere stato accoltellato. E' accaduto nella notte di Capodanno a Marino, in località Santa Maria delle Mole, poco distante da Roma.

Giovane valtellinese accoltellato a Roma, è grave

La ricostruzione di quanto accaduto è in via di definizione da parte dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della compagnia di Castel Gandolfo. Secondo quanto emerso, il giovane originario della Valtellina, un 24enne, era in auto con altre tre persone, tutte di origine sudamericana.

A un  certo punto tra il valtellinese e un cittadino cileno di 34 anni sarebbe iniziata una lite. I due sono poi scesi dall'auto e ben preso sono passati dalle parole ai fatti. Quindi il drammatico epilogo: il 34enne avrebbe estratto un coltello con il quale ha colpito il rivale, lasciandolo poi a terra in gravi condizioni. Dopo il fatto si sarebbe in fatti allontanato con i due connazionali che erano a bordo della vettura

L'intervento dei Carabinieri

Poco dopo sul posto si è portata una pattuglia dei carabinieri che, oltre a soccorrere il ferito, hanno avviato le indagini. Il 24enne originario della nostra provincia è stato trasportato in ospedale all'ospedale dei Castelli dove i medici lo hanno sottoposto a un intervento chirurgico. Uno dei colpi inferti con il coltello gli ha infatti lesionato un polmone.

Il giovane è stato poi ricoverato in prognosi riservata.

Nel frattempo le indagini hanno permesso agli investigatori del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Castel Gandolfo  di risalire al presunto autore del tentato omicidio. Si tratta, come detto, di un 34enne di origine cilena che è stato fermato. Nessun provvedimento, stando a quanto è emerso, sarebbe stato preso nei confronti delle altre due persone che si trovavano a bordo dell'auto e che non si sarebbero accorte della gravità della situazione.

Seguici sui nostri canali
Necrologie