Cronaca

Giovani scalmanati e degrado, la città corre ai ripari

Oggi la riunione in Prefettura.

Giovani scalmanati e degrado, la città corre ai ripari
Cronaca Sondrio, 04 Ottobre 2018 ore 14:11

Il degrado cittadino al centro di una riunione avvenuta in prefettura questa mattina.

Riunione in Prefettura

Alla riunione riunione, presieduta dal Prefetto dott. Giuseppe Mario Scalia, hanno partecipato il Sindaco del Comune di Sondrio, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Sondrio, il Comandante della Polizia Locale di Sondrio e una delegazione di cittadini residenti a Sondrio, al fine di esaminare alcuni fenomeni venutasi a creare nel comune capoluogo.

Giovani scalmanati

Sono stati ascoltati i cittadini i quali hanno riferito dei recenti e continui episodi perpetrati da gruppi di giovani che, nelle ore notturne del fine settimana, si rendono responsabili di comportamenti contrari al senso civico. In merito, le Forze dell’Ordine hanno assicurato l’intensificazione dei servizi di controllo e vigilanza delle diverse zone interessate, in concorso con la Polizia Locale.

 

Controlli

“I controlli verranno effettuati costantemente, e nel caso di giovani minorenni, saranno sensibilizzate le rispettive famiglie-fanno sapere dalla Prefettura - inoltre, l’Amministrazione comunale valuterà la possibilità di implementare il servizio di videosorveglianza nonché di dislocazione, dalla attuale zona, del punto di fermata del mezzo di trasporto messo a disposizione dei giovani”.

Sensibilizzazione

“Verrà svolta un’utile attività di sensibilizzazione dei gestori degli esercizi commerciali -conclude la Prefettura nella nota diffusa oggi - Nel contempo, è stata esaminato la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica in Provincia e nel Comune capoluogo, i cui dati fanno emergere una diminuzione dei reati, sia quelli contro la persona sia quelli contro il patrimonio. Inoltre, l’attività, congiuntamente svolta dalle Forze di Polizia, ha fatto registrare un incremento dei reati scoperti”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie