Grazie a Fondazione Cariplo prosegue il progetto "Più segni positivi"

Nella lotta alla povertà.

Grazie a Fondazione Cariplo prosegue il progetto "Più segni positivi"
Sondrio, 10 Dicembre 2018 ore 17:09

Il progetto triennale "Più segni positivi" potrà continuare e proporre novità.

A Natale coltiviamo "semi" positivi

Il progetto "Più segni positivi" si trasforma in "semi positivi", ma il significato è lo stesso: contrastare le nuove povertà e al tempo stesso sostenere lo sviluppo dell'agricoltura e la manutenzione del territorio. La novità è stata presentata oggi, lunedì 10 dicembre, presso il Bim con tutti i promotori della pregevole iniziativa: Massimo Bevilacqua,  direttore di Sol.co Sondrio, Marco Dell’Acqua, presidente di Fondazione ProValtellina Onlus nonché membro della Commissione Centrale di Beneficenza di Fondazione Cariplo, Gianfranco De Campo, direttore della cooperativa sociale Intrecci, Gabriella Bertazzini, vicepresidente Centro Servizi Volontariato Monza-Lecco-Sondrio, Tiziano Maffezzini, presidente della Comunità Montana, e Lorenzo Grillo Della Berta, vice sindaco e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sondrio. Recandosi nei punti vendita affiliati, con una donazione di 10 euro sarà infatti possibile ottenere un kit con tutto l’occorrente per coltivare i semi di alcune varietà di piante e vederli germogliare. Questo contributo sosterrà il ripristino di 1 mq delle nostre montagne, tra sentieri, orti urbani e vigneti. I vasetti si possono trovare a Sondrio presso i punti vendita: Natura Sì e librerie Mondadori e Il Faro; a Morbegno alla libreria Piccolo Principe e al negozio di casalinghi Re Luciana. Il vasetto, oltre ad aver una funzione pratica, ha soprattutto un significato simbolico: quello di seminare positività nel territorio.

"Abbiamo seminato molto e ora si pensa al futuro"

"Il progetto Più Segni Positivi, durato tre anni e che si concluderà il 31 dicembre di quest'anno, avrà un nuovo inizio - ha commentato Bevilacqua - L'iniziativa ha seminato così tanto che ora pensiamo al futuro. Giusto ricominciare un nuovo ciclo". Il progetto è stato suddiviso in due grandi operazioni: quella dei "Cantieri", che ha permesso di dare lavoro a disoccupati nel settore della manutenzione del territorio, e quella dell'Emporion ad Agneda, il supermercato a sostegno delle famiglie che vivono un momento di difficoltà. "Con il Bando "Welfare in azione" Fondazione Cariplo aveva destinato un cospicuo finanziamento - ha ricordato Dell'Acqua - Con il nuovo bando "Doniamo energia" abbiamo nuovamente premiato il progetto con 90mila euro". L'Emporion continuerà la sua attività e anzi darà un servizio in più: la spesa a domicilio agli anziani che non possono spostarsi. Grazie poi alla volontà della Cm e dei Comuni, così come ha sottolineato Maffezzini, si vorrà proseguire nella manutenzione del territorio, visti i risultati ottenuti in precedenza con ben 145 chilometri di sentieri recuperati e 20 persone impiegate nell'attività a beneficio del territorio.

"Fondamentale proseguire la lotta contro la vulnerabilità"

"Proseguiranno le azioni di contrasto alla povertà e alle situazioni di vulnerabilità - ha assicurato l'assessore Grillo - Fondamentale è la rete di collaborazione che si è venuta a creare in questo ambito e che ha come fine l'assistenza, il recupero e la rigenerazione". Luca Verri, responsabile del settore Servizi sociali del Comune, ha riferito che nell'ambito dell'Ufficio di Piano si stima la presenza di 13.500 persone con un Isee sotto i 6mila euro. Di queste 3mila versano in una situazione di grave povertà. "A breve - ha detto - approveremo il piano di contrasto alla povertà e dopo di che sarà presentato in Regione Lombardia. Abbiamo già sperimentato e sperimenteremo ancora nuovi percorsi di accesso al lavoro. Grazie a tutte le azioni messe in campo possiamo ritenerci un territorio pronto ad affrontare le situazioni di vulnerabilità e di povertà".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie