Cronaca
Bormio

Guida speciale per conoscere la montagna

Alla scoperta della Magnifica Terra con le escursioni di un albergatore innamorato.

Guida speciale per conoscere la montagna
Cronaca Alta Valle, 29 Agosto 2022 ore 07:00

Bormio in cammino, alla scoperta della Magnifica Terra con le escursioni di un albergatore innamorato, operatore volontario del Soccorso alpino. Stefano Bedognè, sorprende con la sua filosofia che sposa stili di vita, ambiente e turismo, pubblicando un libro speciale, edito Hotel Adele, nato da schede realizzate per il blog del suo luogo di nascita, che custodisce radici e saperi antichi, e dove lavora. Una guida diversa dal solito, perché contiene esperienze vissute più di una volta, descritte, raccontate e ascoltate, elaborate da sé stesso e dai clienti. Che sono un punto di partenza. Trenta itinerari spalmati sull’Alta Valle, anche semplici passeggiate per Bormio, contrassegnati da colori in crescendo di tonalità come la difficoltà, un cammino di riscoperta di emozioni, in due lingue e 1000 copie, curato da Bedogné stesso in collaborazione con la Comunità montana e Valtellina Outdoor per l’utilizzo delle mappe. Lettura dei tracciati anche grazie al codice QR, possibilità di scaricare il formato Pdf e il tracciato GPX . Grazie agli amici guide alpine Eraldo Meraldi e Giuliano Bordoni. Lo Stelvio, il luogo del cuore. Libro dedicato a Oreste De Martin e Walter Palfrader, guardie forestali "che per primi mi hanno insegnato ad amare il nostro territorio".

Commento

Così l’autore. "Le escursioni proposte non sono necessariamente le più belle, ambite, frequentate, questo volume vuole essere uno stimolo alla scoperta e frequentazione di altri tracciati che a mio giudizio meritano di essere vissuti". Ogni escursione è introdotta da note storiche culturali, da una riflessione intima, che già porta il lettore a capire verso quale emozione si avventurerà. Alcuni itinerari possono essere frequentati e gratificanti anche in giornate piovose; camminare nel bosco in un giorno di pioggia è esperienza unica: le condizioni atmosferiche amplificano i profumi di muschi e vegetazione; i rumori distanti, assorbiti da nubi, scompaiono, lasciando posto al raschiare di uno scoiattolo: si sente respirare la natura. Insomma con Bormio in cammino nello zaino, è impossibile perdersi. Aggiunge Bedogné. "La montagna non è un bene di consumo, se vuoi lasciare un segno del tuo passaggio, non lasciare alcuna traccia: l’unico sacrificio che ci viene chiesto è riportare a casa tutto ciò che abbiamo con noi all’inizio del viaggio".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie