Bormio

I residenti della zona della Reit contro le moto da trial

E' scattata la protesta.

I residenti della zona della Reit contro le moto da trial
Cronaca Alta Valle, 25 Marzo 2021 ore 06:00

E’ diventata un’abitudine, che disturba, quella presa da tanti ragazzini, che in sella alla loro moto da trial in questo periodo dell’anno in cui sboccia la primavera, si ritrovano a percorrere all’impazzata i sentieri della Pedemontana della Reit, sopra l’abitato di Bormio. Un modo per ritrovarsi, d’accordo, e innocuo, non fosse per il fatto che la zona è all’interno del Parco nazionale dello Stelvio. Gli schiamazzi, ci possiamo immaginare, originati dai motori rombanti in dotazione a un fuoristrada, non giovano alla fauna, il più delle volte spaventata, costretta a rintanarsi chissà dove o rischiare di cadere in un burrone per scappare.

Danni

Danno non da meno alla flora, calpestata; un conto sono le scarpe di una o più persone che camminano; altro sono le ruote seghettate che slittano e che non sempre rimangono sul sentiero tracciato, finendo sull’erba; e che dire del pericolo per chi fa una passeggiata? I sassi schizzano... I residenti della zona alta del paese segnalano il comportamento di moda, un po’ esagerato. "Ravvediamo mancanza di rispetto per l’ambiente e carenza di buona educazione da parte dei genitori di questi ragazzini; la cura di madre natura in cui viviamo, e dobbiamo crescere, è valore basilare che va insegnato". Un appello alle autorità competenti, perché controllino maggiormente e dissuadano questa pratica che pur innocente a qualcuno fa male.

Necrologie