Menu
Cerca
Livigno

Il 12 giugno riparte la stagione bike prima col Mottolino e poi col Carosello

Sui versanti sarà disponibile la bike area, 3200 chilometri di sentieri mappati.

Il 12 giugno riparte la stagione bike prima col Mottolino e poi col Carosello
Cronaca Alta Valle, 20 Maggio 2021 ore 06:00

Il 12 giugno riparte la stagione bike a Livigno con l’apertura dell’impianto Mottolino alla quale seguirà il Mountain Park Carosello il 26 giugno e la Mountain Area Sitas l’1 luglio, tutti e tre chiusi in inverno a causa della pandemia. L’entusiasmo è tanto. Sia per gli operatori economici sia per i fruitori. Sui versanti, sarà disponibile la bike area, 3200 km di sentieri mappati; dove il distanziamento è naturalmente garantito. Anche alberghi, negozi, ristoranti e attività, si stanno preparando a riprendere la vitalità tipica, nel rispetto dei nuovi protocolli in vigore. Una bike area in grado di soddisfare i bisogni dei pro rider, dei principianti.

Mottolino Bike Park

Una miriade i sentieri pedalabili direttamente dal centro paese, e, a valle, un Bike Skill Center per tutti coloro che necessitano del supporto di un istruttore nella propria pratica, per perfezionarsi o prendere parte ad una delle tante escursioni o corsi organizzati. Il Mottolino Bike Park sarà il primo ad aprire e regalare esperienze di riding di alto livello, grazie alla linea slopestyle con drop e jump area, dedicata ai rider pro, ricca di strutture in terra e legno per perfezionare il proprio livello di riding. Vivace la North Shore Area, all’interno del bosco, con passerelle in legno: step up, step down, chiocciole, paraboliche, alcune off limits per principianti, altre ne migliorano l’esperienza. Divertente il gonfiabile, alla partenza della telecabina, permette di sperimentare nuovi trick in bici migliorandone la tecnica. Presenti poi le linee adatte anche ai principianti, percorribili anche con le e-bike.

Carosello Mountain Park

Il Carosello Mountain Park assieme alla Sitas Bike Area, offrono un’esperienza di riding totalmente diversa, per gli amanti dell’all mountain, cross country ed enduro; 50 km di sentieri di nuova costruzione (flow ed enduro) e tracciati escursionistici esistenti; i primi garantiscono a principianti e famiglie sicurezza e ai più esperti una sensazione simile alle montagne russe; i secondi offrono invece un riding più naturale e tecnico per i più esperti. Da provare è il Tutti Frutti Epic Tour, percorso che collega tutti i sentieri della bike area per un totale di 45 km, sfruttando gli impianti. Infine una chicca, valore aggiunto per Livigno: Diego Caverzasi, atleta italiano di Slopestyle, organizza questa estate quattro weekend di bike camp, per coloro che vogliono divertirsi in sua compagnia affinando la tecnica sui salti e nel riding al park.

Necrologie