Cronaca
Il comunicato

Il Comitato critica la proposta di legge sulle concessioni

"Una cosa non ricevibile".

Il Comitato critica la proposta di legge sulle concessioni
Cronaca Tiranese, 18 Marzo 2020 ore 07:42

Nuove polemiche.

Il Comitato critica la proposta di legge sulle concessioni

Aspre critiche del Comitato per la razionalizzazione delle linee ad alta tensione alla proposta di legge della giunta Lombarda sul rinnovo delle concessioni idroelettriche. "Come Comitato di cittadini ci siamo interessati alla Legge 12/2019 sul rinnovo delle concessioni idroelettriche perché il tema è di fondamentale importanza per il Paese e per i nostri territori. Abbiamo auspicato un percorso di coinvolgimento dei vari attori e delle linee guida, delle richieste per avere in tempo utile una legge chiara, condivisa, ben fatta. Nell’incontro con la Regione (novembre 2019) abbiamo ribadito le necessità del territorio e richiesto un percorso trasparente nella formulazione della legge. Come vengono coinvolti gli enti locali, in particolare la Provincia di Sondrio con le competenze amministrative dettate dalla LR 19/2015 ed i Comuni interessati dalle concessioni?".

Premesse

Quale il risultato? "Una proposta messa sul tavolo all’ultimo momento, non ricevibile. La giunta regionale il 4 febbraio, a soli 27 giorni dalla scadenza, approva una proposta di legge senza averla discussa in commissione, con le Province ed i Comuni. Non ci sarà il tempo materiale per un confronto, per recepire le indicazioni, figuriamoci per fare degli approfondimenti sui dubbi che possono nascere. Andrà votata di fretta, sempre che ce ne sia il tempo. Una scelta voluta e meditata della giunta regionale che non è comprensibile, è autoreferenziale, e poco rispettosa degli altri organi del consiglio regionale".

Regione

La Regione "si avvia ad approvare una legge a maglie molto larghe (si può fare di tutto) che rimanda molte decisioni importanti alla discrezione della giunta e che non dettaglia aspetti importanti. Non vengono nemmeno approfonditi e confutati i dubbi sollevati in varie sedi sulla validità/costituzionalità della legge 12/2019. Con queste premesse è quasi inutile entrare nel merito e dire, secondo il Comitato, quali sarebbero le integrazioni necessarie alla legge per renderla un po’ meno confusa. Desideriamo comunque elencare le nostre idee, quelle già espresse nei documenti e nel decalogo reso pubblico in più occasioni. Siamo interessati ad una legge fatta bene ed immediatamente applicabile che permetta di riassegnare le concessioni con procedure chiare, di garantire un uso rispettoso della risorsa e che contenga tutti gli elementi di miglioramento e compensazione/indennizzo territoriale necessari".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie