Menu
Cerca
Lovero

Il Parco dell’Adda sarà tutto nuovo e basato su una struttura in legno

Il sindaco Anna Saligari presenta il progetto per il punto di riferimento di tanta gente.

Il Parco dell’Adda sarà tutto nuovo e basato su una struttura in legno
Cronaca Tiranese, 17 Maggio 2021 ore 06:30

L’amministrazione comunale di Lovero continua nel suo percorso di valorizzazione del Parco dell’Adda, punto di riferimento per moltissimi turisti amanti della vita all’aria aperta, proprio per la sua posizione strategica, in fregio al Sentiero Valtellina e allo svincolo con la Statale dello Stelvio. Da quest’anno il Parco dell’Adda diventa anche punto di partenza della manifestazione sportiva Doppia W ultra che, alla sua 4° edizione ha scelto proprio Lovero per dare il via agli atleti della sua Ultra Trail transfrontaliera che si snoda lungo i sentieri alpini della Valtellina e della Valposchiavo fino a raggiungere Villa di Tirano. Dopo essere stato protagonista della Corsa del Sole organizzata dall’ASD Doppia W e del 1° G.P. Lovero, gara di ciclismo su strada organizzata dall’Alta Valtellina bike, il Parco Adda si rinnova e riorganizza i servizi di una delle sue strutture più importanti per poter ospitare eventi sportivi fondamentale volano per il turismo locale e per poter garantire sempre migliori servizi ai fruitori del parco, ai giovani, alle famiglie e ai bambini. Il progetto, che ha un costo di 340mila euro, finanziato anche grazie a un contributo della Comunità montana di Tirano, riguarda la trasformazione dell’attuale bocciodromo in una struttura nella quale prenderanno posto una serie di servizi accessori necessari per una migliore fruibilità del Parco data l’alta affluenza soprattutto nel periodo estivo.

Sindaco

"Vista - dice il sindaco Annamaria Saligari - la notevole altezza della struttura il progetto prevede la realizzazione di moduli prefabbricati con struttura in legno e copertura piana in alluminio, semplicemente appoggiati al campo di gioco esistente. La struttura verrà interamente rivestita da legno lamellare spazzolato per meglio inserirsi nel contesto naturalistico del parco. Sono previsti tre moduli distinti accostati fra loro, uno destinato a spogliatoi, docce e servizi igienici al servizio pubblico, uno intermedio destinato alla preparazione e somministrazione di alimenti e bevande con relativo magazzino e un terzo modulo completamente aperto adibito a ritrovo e spazio attrezzato a tavolini per la degustazione di alimenti o bevande. Per eliminare le barriere verranno realizzate due piccole rampe di accesso a norma disabili e una pedana con pavimentazione in legno di larice per la disposizione di tavolini all’aperto nonché un portico coperto che permette l’accesso ai servizi e il collegamento con il resto della struttura. Il cantiere è attualmente aperto e i lavori procedono alacremente nell’auspicio di poterli ultimare proprio per la gara del 12 giugno".

Gioco

Accanto a questo progetto l’amministrazione comunale ha pensato di offrire maggiori occasioni di gioco, di incontro e di socializzazione ai bambini che sono i maggiori fruitori del parco insieme alle loro famiglie e i più penalizzati da questa pandemia e ha pensato di farlo creando un nuovo spazio giochi inclusivo accanto a quello creato proprio al Parco Adda nel 2016. Il progetto è stato presentato su un bando di Regione Lombardia che, sensibile alla tematica dell’inclusione, lo ha finanziato con un importante contributo di 30.000 euro.
"Costruire un parco significa porsi come obiettivo centrale il gioco valorizzandolo in ogni sua sfaccettatura. Il parco giochi inclusivo però ha un valore aggiunto, è il luogo naturale in cui i bambini, attraverso il gioco, creano relazioni e realizzano inclusione, indipendentemente dalle loro abilità. Il nostro parco si propone di abbracciare ampie fasce di età e di essere inclusivo per bambini con handicap di vario genere; a questo proposito sono stati scelti sia giochi sfida (per bambini con una buona motricità globale), sia giochi inclusivi che potranno permettere anche a chi ha necessità di sicurezza, di sperimentare il gioco all’aperto in piena libertà. Si tratta di 230 mq di parco giochi con una pavimentazione in gomma colata che si è rivelata un’importante innovazione nel campo delle strutture per parchi gioco negli ultimi anni. Tra i nuovi giochi il più importante, per dimensioni, è una struttura completa di torre, scivolo, e giochi statici. La rampa in alluminio rende agevole l’ingresso anche ai bambini su sedia a rotelle".

 

Necrologie