Livigno

Il soccorso dei Vigili del fuoco è a rischio

Situazione complicata nel Piccolo Tibet.

Il soccorso dei Vigili del fuoco è a rischio
Alta Valle, 27 Ottobre 2020 ore 06:00

Interventi solo di notte?

Il soccorso dei Vigili del fuoco è a rischio

A seguito della riunione di venerdì scorso, tra i volontari del distaccamento Vigili del fuoco di Livigno e Trepalle, il comandante provinciale Amedeo Pappalardo, Gianluca Cattani responsabile dei distaccamenti e il sindaco Damiano Bormolini, è stata scongiurata la situazione dell’operatività solo notturna dalle 19.30 alle 6. I volontari di Livigno che alloggiano nella sede di via Teola, oggetto di ristrutturazione e ampliamento in vista delle Olimpiadi del 2026, lo avevano comunicato al comandante in una nota la scorsa settimana e da lunedì sono stati operativi solo di notte. Il problema era legato a una carenza di autisti patentati a guidare i camion; una notizia che aveva generato un certo allarme.

Volontari

Il distaccamento di Livigno conta su 16 volontari, di cui sei (i più anziani) abilitati a guidare i camion, tre dei quali in primavera sono andati in Svizzera a lavorare di giorno per la stagione; altri tre sono artigiani. Si sa che in autunno tanti sono i cantieri da ultimare entro l’inverno quindi la loro disponibilità diurna non era più garantita. I volontari nella nota preventivamente inviata, chiedevano un corso di formazione per patenti per poter fare abilitare gli otto giovani pronti a entrare in squadra.

Pappalardo

Così il comandante Pappalardo. “L’incontro di venerdì in Comune a Livigno è stato proficuo, grazie alla buona volontà di tutti; attualmente i volontari si sono impegnati a fare una turnazione per consentire di avere almeno un autista di giorno, che risponde a chiamata e che garantisce di trovarsi a una distanza tale da raggiungere la sede in tempi brevi; il comando provinciale e il Comune si dedicheranno ad aumentare il numero degli iscritti almeno a 24 unità; ci sono già otto domande di giovani disponibili a fare il corso iniziale obbligatorio di 120 ore. Le vaglieremo, procederemo agli adempimenti nei tempi brevi. Le visite, che normalmente vengono fatte nel laboratorio delle Ferrovie dello Stato a Milano, cercheremo di riuscire a farle eseguire dall’Asst di Sondrio sostenute economicamente dal Comune”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia