Cronaca
L'indagine

Inchiesta a Livigno, parla il sindaco

"Mi ritengo estraneo ai fatti. Ho fiducia nella Magistratura".

Inchiesta a Livigno, parla il sindaco
Cronaca Alta Valle, 20 Luglio 2022 ore 16:13

Il sindaco di Livigno Remo Galli interviene con una dichiarazione dopo la bufera che si è scatenata ieri, martedì 19 luglio 2022, quando è stata resa nota l'indagine svolta congiuntamente da Polizia di Stato e Guardia di Finanza. Quella che ha portato a perquisizioni a carico dello stesso Galli, del suo predecessore Damiano Bormolini, di un  assessore e soprattutto del comandante della Polizia locale Domiziano Franzini, per il quale il gip ha disposto l'interdizione dai pubblici uffici per 9 mesi.

Inchiesta a Livigno, parla il sindaco

Afferma il primo cittadino Remo Galli:  “Sono ipotizzati fatti di origine remota, ai quali mi ritengo del tutto estraneo. Fornirò senz’altro nelle sedi opportune ogni chiarimento sulla mia posizione, confidando in piena fiducia nell’operato della Magistratura”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie